• Oggi sul sito sono presenti 139 artisti selezionati, clicca sull'immagine o sul nome dell'artista per saperne di più.
      Sei un artista? Partecipa alla selezione

Luca Motolese, in art Akira Zakamoto is born in Turin (Italy) in 1974. The artist lives and works between Turin and Milan. Through the years, Luca frequented as a student the IPS Albert Steiner of Turin, University of Grenoble and Dams -Department of Arts and Film and Theatre studies at the University of Turin. His artistic endeavor saw Luca vvin the ample art scene not solely as painter but also as film director and art director. In 2007 he co-founded Bottega Indaco with Ciro Palumbo and in 2008 created Arte Indaco. He is a member of the Board of Directors of Progetto Indaco as president of the Art Committee. Akira Zakamoto's human and professional artistic development has been supported and enriched through the years thanks to: Franca Patrucco, Sergio Motolese, Barbara Motolese, Anna Stevanin, Nicola Motolese, Maria Teresa Ossola, Aldo Maggiolo, Andrea Maggiolo, Elena Maggiolo, Adriano Attanasio, Elvira Panier, Roberto Savino, Giancarlo Povero, Anna Lequio, Roberto Magliano, Joseph Corbò, Antonio Nunziante, Ciro Palumbo, Salvatore Zito, Francesca Miglio, Mattia Motolese, Samadhi Mattaliano, Bodhi Anugrah, Valeria Boati, Emiliano Pilone, Claudia Parrini, Chloè Motolese, Chiara Manganelli, Francesca Bogliolo, Simona Vanetti. Zakamoto artistic carrier has been attracting the attention of the following art critics: Paolo Levi, Stefania Bison, Alberto D'atanasio, Vincenzo Dalle Luche, Stefania Bison Chiara Manganelli, Francesca Bogliolo, Elisa Basso, Fabio Carnaghi, Carlo Gavazzi, Nicola Davide Angerame, Andrea Diprè, Rosanna dell'Utri. The work of Akira Zakamoto has been followed by a number of newspapers, arts magazines and culturale zines: La Stampa, La Sesia, Corriere...Continua...

Gennaro Esca è nato a Napoli. Ha studiato all’Istituto d’Arte di Napoli, all’Accademia di Belle Arti della stessa città con Augusto Perez e Comunicazione pubblicitaria all’Università per Stranieri di Perugia. Ha insegnato Educazione Visiva all’Istituto d’Arte “F. Palizzi” di Napoli, al Liceo Artistico “B. Di Betto” di Perugia ed all’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Mazzatinti” di Gubbio (PG). Ha esposto alla Quadriennale d’Arte al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Le ultime mostre alla Galleria Artico di Perugia nel 2007; Al Caffè Letterario di Roma nel 2008; alla Galleria Il Trittico di Roma. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’adesione del Presidente della Repubblica, ha curato la sua personale al Castel dell’Ovo, dicembre 2009-gennaio 2010; a marzo 2010 l’ultima personale al Palace Museum de Uruguay, a cura di Noemi Silvera; Prima Biennale del Libro d’Artista, LineaDarte Napoli; nel 2011 Galleria SpaziOttagoni di Roma; Ministero per i Beni e le Attività Culturali, catalogo “Per i 150 anni dell’Unità d’Italia”; 2012: AMACI Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, Gubbio, evento su www.amaci.org. Edito da Garcoes Contemporary Art è uscito ad aprile 2010 il Catalogo ragionato delle opere 1968-2008 per i quarant’anni della sua attività artistica. Sito ufficiale: www.gennaroesca.net Gennaro Esca was born in Naples and studied at the Art Institute. Later he studies at the Art Academy of the same city with Augusto Perez and Advertising Communication at the “Università per Stranieri” in Perugia. Gennaro Esca was teacher of Visual Education at the “Palizzi” Art Institute...Continua...

Armando Felpati è nato a Battaglia Terme in provincia di Padova nel 1953. Vive e opera nella sua città natale. Allievo del Prof. Mariano Missaglia, ha frequentato i corsi didattici di disegno e pittura all’Accademia di Padova e Venezia e, sotto la guida di Luigi Rincicotti, ha compiuto i suoi studi presso il Centro Nazionale dei Mestieri Artistici a Venezia. Espone dal 1972 e da allora ha allestito più di 290 mostre anche con Associazioni e Gruppi Culturali. Presente in numerose mostre prestigiose ha riscosso molteplici riconoscimenti e premi. Le esposizioni più significative a Roma, Venezia, Verona, Bologna, Parigi, New York, Senden (Germania) , Hallstahammar (Svezia) e Mistelbach (Austria). L'opera "La più bella armonia" resterà in visione presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti al Colle di Miravalle - Rovereto (Trento), a seguito della Rassegna d'Arte Internazionale di Arte Contemporanea "Human Rights? - La Casa della Pace" - 2015 Artista in permanenza presso: Galleria SEAC - Spazio Espositivo Arte Contemporanea - Veroli (FR) Galleria Mega Art - Corchiano (VT) Presente nei siti web: - www.assartepadova.it - www.gruppoartistidellasaccisica.it - www.artistinpadova.it - www.artedelXXIsecolo.it - www.pitturiamo.com - www.megaart.it - www.artfreaksglobal.com - www.artime.biz - www.artmat.nl - www.shopvida.com Tutta la documentazione critica ed espositiva di Armando Felpati è visibile sul sito web felpati.it Continua...

Claudio Colaone nasce a Gonars (Udine) il 22 Ottobre 1959. Da giovane studia musica e frequenta il liceo scientifico. Comincia la sua attività artistica negli anni '90 dedicandosi alla pittura, scultura e musica. Nel 1998 soggiorna a New York dove ha modo di incontrare e conoscere vari artisti americani e di altre nazionalità. Nel 2000 Inizia una proficua collaborazione con la galleria “Gallery 33th” che lo presenta in diverse esposizioni negli State. Nel 2001 espone presso le fiere d’Arte Contemporanea di New York, Atlanta e Chicago. Nel 2004 è invitato a Lahore in Pakistan,dove crea sul posto delle sculture per il “Festival d’Arte Internazionale”. Partecipa come musicista con artisti pakistani e indiani (World Performing Arts Festival). Vincitore in Concorsi Pubblici per sculture monumentali, tra cui si ricorda: Nel 2000 Udine due sculture per il Nuovo Teatro. Nel 2002 a Pero opera posta all’ingresso di Milano arrivando da Pero(Nuova Fiera). Nel 2006 opera scultuorea per il parco delle Terme di Levico (Trento). Nel 2007 scultura per la Biblioteca Comunale di Trento. Nel 2008 scultura per il Polo scolastico “Marie Curie” di Pergine Valsugana (Trento). Esperto e appasionato musicista suona il sax con altri musicisti jazz nel sestetto:“Démodé". Nel 2011 incide il secondo CD con i Dèmodè «Le parole al vento" e nel 2014 il terzo «Ison" Elenco mostre personali: 1989 Murnik (Milano) 1990 Sbaiz (Lignano Sabbiadoro) 1991 Usmis (Udine) 1992 Smidhiln Art (Milano) 1993 Usmis (Udine) 1997 Villa Manin (Codroipo, Udine) 1999 Gallery 33th (New York) 2000 Gallery 33th (New York) 2002 Artstudio (Milano) 2005 Galleria Polin (Treviso) 2006...Continua...

BIOGRAFIA FRANCO PALAZZO (Crispiano 1938). Da molti anni vive e lavora a Ravenna. Terminati gli studi superiori, frequenta i corsi di Tecniche dell’Incisione presso l’Accademia di Belle Arti.di Ravenna sotto la guida di Matteo Accarrino. E’ del ’73 la prima di numerose mostre di pittura, grafica e scultura in Europa e U.S.A. - tra individuali e collettive - fino ad arrivare al 1998 con la mostra ed installazione: Metafore a Faenza, pubblicata nella collana I Quaderni del Circolo degli Artisti e presentata da Gian Ruggero Manzoni. Determinante la visita ricevuta in quegli anni nello studio di Ravenna dal M° Elio Marchegiani, seguita dai suoi buoni consigli. Nel 1999 espone le sue tele fluorescenti (Ciclo delle Torri-Navi) nella mostra Metafore al Palazzo della Provincia di Ravenna e, nel 2001, al Palazzetto dell’Arte di Foggia. Negli anni '90 viaggia in Francia (ART JONCTION, Nice) e in Spagna (INTERARTE, València e BIAF, Barcelona) , dove entra in contatto col mondo artistico contemporaneo. Data dal 1994 al 2003 la collaborazione con l'artista valenciana Charo Marìn, con esposizioni alla Galerìa ANAGMA di València, all'Ayuntamiento di Nàquera (E) e in altre sedi in Spagna. Nel 1998 è invitato alla rassegna 10 Jahre Kunst aus Ravenna a Salzburg (A) e nel 2000 alla Collégiale Saint-André a Chartres (F). Nel 2001 partecpa, su invito di Martina Corgnati e Julien Blaine, a Progetto Ambiente, mostra di gruppo alla Galleria del Credeito Valtellinese, Sondrio. Nel 2003 è invitato alla VI Biennale Internazionale di Sharjah (U.A.E.). Nel 2006 espone alla niArt Gallery di Ravenna con l'edizione del volume monografico bilingue Le Dimore del Mito, con...Continua...

Italia, 1967 Sin da giovanissimo manifesta un particolare interesse per il disegno che inizia a coltivare sperimentando tutte le possibile tecniche. Si avvia così una formazione spontanea che lo induce a scoprire l’espressività del carboncino, l’unico strumento operativo in grado di attutire l’impatto nervoso del suo tratto sulla superficie. Il variegato e smagliante scenario di mostre storiche, negli anni Ottanta, lo irretisce nei percorsi dell’arte , confermandone la già dichiarata attitudine alla pittura. La sperimentazione di tecniche e forme è il suo viatico quotidiano, nel quale si rifugia per trovare la sua libertà, riservando alla propria sfera inconscia l’attività creativa primaria. Soggetti: Espressionismo astratto Tecniche: acrilico e smalto su tela e tavola. Bibliografia: Catalogo Arte Moderna n.52, Catalogo Arte Moderna n. 51, Catalogo Arte Moderna n. 50, Catalogo Arte Moderna n. 49, Catalogo Arte Moderna n. 48, Elements of Expression NYC, Altheo magazine Hanno scritto dell’artista : Prof. Paolo Levi, Sillato, Arancio, Romeo, Barberini, Asfar, Del Estal Continua...

DANIELA GILARDONI nel '79, dopo anni di lavoro nel sorgente mondo dell'informatica, scopre e s'innamora del vetro, e inizia la sua ricerca e sperimentazione Usa tutte le tecniche della vetrata istoriata. Per 17 anni crea i suoi vetri d’arte nello studio di MILANO e nel ‘96 lo apre a PAVIA. La sua esigenza di plasmare mettendosi alla prova con la materia la stimola indifferentemente alla creazione di opere figurative, concettuali o informali nella continua esaltazione dell'antica arte delvetro nei suoi elementi costitutivi: il colore, in rapporto con la luce, in trasparenza e riflessione. La ricerca la porta sempre più a dare spazio all'arte pura, sperimentando tutte le tecniche di assemblaggio o fusione del vetro, con inclusioni materiche, sino alla recente di foto/grafica a fuoco. L’originalità delle cromie è frutto dell’autonoma produzione dei vetri che utilizza nelle fusioni. E’ membro direttivo dell’ass. “LA CASA DELLE ARTISTE” che gestrice il Museo. “Casa delle Arti - Spazio Alda Merini”(MI). Il suo studio è “BOTTEGA D'ARTE IN PAVIA". E' in permanenza nello “Studio e laboratorio d'arte Transvisionismo” di Castell'Arquato (PC) e espone in diverse galleria in Polonia. E' nel circuito delle mostre Italiarts dall'Associazione Artestruttura di Cividale del Friuli. E’ membro dell’ass. int. “Il ponte degli artisti”, dell' A.L.A.V. (Ass. Libera Arti Visive - PV), dell’ass. Arte del...Continua...

Claudio Arezzo di Trifiletti è un genio. Studi recenti fatti dalla Cambridge University sostengono che geni “si nasce e si diventa”. Nel senso che, le capacità innate nell’uomo, che possiede in un determinato campo, se non curate o portate avanti con grandi studi o con un lavoro costante, si vanno perdendo inesorabilmente. Il caso di Claudio riguarda il suo impegno in un campo che già da piccino gli mandava infiniti impulsi e segnali: l’Arte. Se Mozart dall’età di tre anni, età in cui cominciò a suonare il violino, non avesse proseguito il suo percorso di compositore, probabilmente oggi non esisterebbe la sua musica. Questo per molti potrà risultare un discorso scontato, ma nel corso delle nostre vite tutti abbiamo intrapreso delle strade da bambini e poi, per un motivo o per un altro, queste ci sono sfuggite di mano. Il caso vuole che Claudio Arezzo sia cresciuto in una famiglia di origine nobiliare, artisti ed architetti, dove i suoi occhi sono sempre stati a stretto contatto con linee, disegni, quadri, insomma con i più svariati generi del fare arte; tutto ciò lo ha portato, già da piccino, ad avere un’ attenta e profonda proiezione verso questo genere di cose e verso la vita in rapporto alle persone. Due strade che potrebbero apparire distinte e separate ma, in realtà, inscindibili ed interconnesse. Questo per spiegare una delle filosofie dello stesso artista per la quale la vita a volte ci mette davanti dei segnali da seguire e solo ascoltando la nostra coscienza o la nostra “Anima”, abbiamo la possibilità di portarli avanti e di non abbandonarli nemmeno dopo lunghi periodi di riflessione. Sin da bambino apprese che le tele nell’antichità...Continua...

Umberto Salmeri vive e lavora a Roma. Dopo aver vissuto le prime esperienze nell'ambito del noespressionismo e dell'informale, si è orientato per una esigenza spirituale verso i Maestri del Due-Trecento, sviluppando in modo del tutto personale un concetto pittorico di carattere neo-metafisico. Successivamente rivolge il suo interesse all'elaborazione informatica dei dati visivi, mixando tecniche digitali con tecniche tradizionali (olio e acrilico su tela). Negli ultimi tempi si registra nella sua opera un ritorno, seppur rielaborato dal linguaggio digitale, alla tematica misitico-psichedelica dei primi anni '90. L’autore peraltro e’ stato sempre impegnato nello studio delle dottrine orientali ed esoteriche ed al riguardo ha pubblicato nel passato un opuscolo con le Edizioni Serarcangeli intitolato "La Compagnia dei Siderali". L’operetta e’ stata anche divulgata personalmente tramite YouTube sull’apposito canale “ umbsalmeri01 “.Continua...

Jose Higuera, Spanish realist painter, was born in 1966. Since an early age he showed a defined interest in drawing and painting, being this a tendency noticed by his school teachers. Encouraged by his teachers and his family, Jose was provided of the needed material to pursue his artistic talent resulting in the fact that at the age of ten years he had already produced his first oil painting. His grandmother decides to put him under the tuition of local artists to initiate him in the knowledge of some techniques of this art and start him painting mainly landscapes; although it should be noted that José is basically a self-taught artist with the inevitable influences of the creative movements that he develops with his own style being realism the basis of all his work. His first exhibitions are received with high interest by the critics and the public and is not long before he stars selling his works with the resulting enthusiasm that encourages him to continue on the not-always-easy road of the art of painting as a profession. During years Jose works on an exclusive basis with the Art Gallery and Auction House of Madrid, during which period he builds up experience and contacts that allow him to dedicate his time exclusively to painting. He has then presented his works in a number of exhibitions throughout Spain, USA and Asia. At the moment he lives in Cantabria (North of Spain) and the realism in his works continues to be the main characteristic.Continua...

Miriam Tornese nasce a Charleroi, in Belgio nel 1958. Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Lecce, ha esposto in numerose personali e rassegne in Italia e all’estero, ottenendo prestigiosi premi e riconoscimenti. Le sue opere figurano in numerose collezioni private e pubbliche oltre ad essere pubblicate su autorevoli cataloghi di arte.Continua...

Alfonso Auriemma nasce ad Avellino il 31 marzo 1984. Sin da piccolo ha avuto la passione per il disegno e un giorno la nonna gli chiese di dipingere una Madonna, andò allora a comprare dei colori ad olio ed una piccola tela. Non contento del lavoro ottenuto distrusse il quadro e mise da parte i colori. Qualche anno dopo, ritrovò per caso i colori che aveva messo da parte e decise di riprovare a dipingere; non avendo un soggetto preciso iniziò a dipingere istintivamente, scoprendo che i risultati gli piacevano. Da quel momento ha sentito una sorta di impulso a continuare e, nonostante la carenza di conoscenze accademiche nel campo dell’arte, iniziò la sua carriera artistica. Contemporaneamente iniziò a frequentare la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali a Firenze (dove si è laureato in Biotecnologie Industriali ed Ambientali). Nel 2013 riceve una menzione speciale all’opera “La regina capricciosa” da parte della Galleria Rosso Cinabro (Roma) per il premio Viosionarie VII. Con il tempo l’artista si avvicina alla scultura, inoltre, ravviva la capacità compositiva musicale che aveva fin dalle scuole superiori e sfrutterà questa nel 2016 per cominciare anche l’attività di performer.Continua...

Espressionista a olio. Mi ispiro alla natura che mi circonda sull'isola de La Gomera, e memorie di vita, spesso irrisolte. Dipingo seguendo un processo caotico, senza un fine, convinto che la tela stessa abbia un progetto a cui devo adeguarmi, e che mi utilizza per realizzarsi. Continua...

Nato ad AVERSA il 24/08/1967, dipingo da sempre, studi: Liceo artistico diplomato, architettura frequenza, accademia belle arti di napoli frequenza.Continua...

Davide Barbanera è nato a Città di Castello il 9 giugno 1969. Qui ha frequentato tutte le scuole fino alla Maturità. Ha iniziato a dipingere intorno ai vent'anni. Il suo stile si richiama alla natura e ad il fascino che porta in sé il silenzio.Continua...

Nato a Roma nel 1953, Laureato con 110 e Lode in Accademia di Belle Arti di Roma, mostre personali e collettive in Italia e all'estero, oltre a diversi premi si segnalano i importanti quali quello presso l'Accademia Nazionale di San Luca e INAIL di Pesaro/Urbino, segnalazioni sulle terze pagine di molti quotidiani, servizi critici da: Guido Giuffrè, Duilio Morosini, Dario Micacchi, Franco Simongini, Enrico Gallian, Luigi Tallarico e altri. Esegue tecniche pittoriche quali: olio, affresco, incisione calcografica, acquerello e grafica in generale, il tutto secondo tradizione, con preparazione artigianale delle basi tecniche.Continua...

Dipingo a tempo perso ......per la gioia di farlo. Ho vinto il concorso PITTART. con l'opera " Totò " Opere tecnica Batik caldo - freddo su pura seta. Galess.Continua...

Dipingo da oltre 14 anni, ho frequentato due associazioni artistiche culturali, il cui il Direttore Artistico è' il Maestro Vanni Saltarelli, partecipando a corsi di nudo e incisione. Ultimamente anche a un corso di applicazioni artistiche di resine. Sono costantemente alla ricerca di nuove forme espressive cercando di andare oltre alla semplice raffigurazione. Selezionata a partecipare a diverse mostre nazionali e internazionali, partecipo a concorsi ed collettive artistiche culturali ottenendo premi e riconoscimenti sia di pubblico che di critica. Ho e affronto anche il tema sull'arte sacra, partecipando con altre tre colleghe ad mostre itineranti.Sono presente anche su alcuni cataloghi d'arte che come curatore e consulenza critica è' Paolo Levi.Attualmente mi sto preparando su un progetto avente come tema "Due Metropoli a confronto" cioè' New York e Milano. Continua...

Altas Design GALLERY+ ABOUT BUY ART DESIGN PORTFOLIO EVENTS BLOG CONTACT ABOUT face "Art - it is a life ... It for everybody and everyone finds something that is closer to his heart ... " -Yulia Altas Yulia Mosolova Mironova Altas was born in 1974 in Tula City, Russian Federation and now lives in the United States. She studied Art at Tula Art School and Orel Art College and was awarded with an Honors Diploma in Art & Design. She also received her Master’s degree from the Tula City University. Yulia Altas has had 7 solo exhibitions in the USA, UK, Italy and Russia and 28 group participations in Italy, the UK, France, German, Brazil, Japan and the USA, including at the Eiffel Tower’s, Gustave Eiffel Hall and the Carrousel du Louvre in Paris. Her works belong to private and public collections in many countries and she is an awarded artist. Yulia Altas the winner of Artavita 21st Online Art Contest with her three works “Fall in Love”, “All Dreams Come True” and “Spring is Coming”. YULIA WAS EXHIBITED IN THE ARTAVITA PAVILION AT ARTEXPO NEW YORK, APRIL 21-24, 2017 She was one of a handful of international artists who was chosen to exhibit her name and work on 25-story-tall video billboard above the American Eagle right in the heart of Times Square, Broadway, New York City, exhibition entitled “See Me take over Times Square” art show endorsed by See|Me Group, Inc. Her work focuses on realism and expressionism features a range of work using oil, acrylic, watercolors, ink and tempera paints. One of her is favorite techniques is multi-layering technique using water and oil without using brush strokes on paper and on canvas. For over 20 years,...Continua...

Giuseppe Berardi was born in Ruvo di Puglia, Bari (Italy) in 1977. He lives and works between Torino and Zurich. An artist of very versatile creativity in painting, his works are often poetical visions linked to the theme of air and body’s lightness. In 2011 he has been working both as musician and painter in the “Cirque de Loin” Swiss company, and started to work on the theme of circus as metaphora of reality, and as a role model based outside the city. His works have been mostly exhibited in Italy and Switzerland.Continua...

LINO BALDASSA NASCE A CHIERI (TO) IL 19 MAGGIO DEL 1966 PER LINO BALDASSA , LA PITTURA E' DA SEMPRE MOMENTO DI VITA E DI PASSIONE.UN'AZIONE GESTUALE CHE NON SI LIMITA ALLA SUPERFICiE MATERICA MA LA ESPLORA IN TUTTA LA SUA SUPERFICiE E IN OGNI SUO PUNTO VORTICOSAMENTE. PURA ESPRESSIONE DI QUEL CHE SI VUOL TRASMETTERE. PROPONE VEDUTE SUGGESTIVE...SEMPRE IMPEGNATO IN RICERCHE STILISTICHE E NUOVE TECNICHE LA RICERCA ARTISTICA AVVOLGE E COINVOLGE, I SUOI COLORI SONO LA TESTIMONIANZA DEL SUO LINGUAGGIO. IL TEMPO A DIPINGERE PASSA INESORABILMENTE..........I COLORI SU UNA TELA SONO LA PIENA ESPRESSIONE DELLA VITA PASSATA PRESENTE E FUTURA, CHE SCIVOLANO SU DI ESSA SENZA MAI ANDARE VIA.... LINO BALDASSA Continua...

Biennale di Palermo,Triennale di Roma segnalato al premio arte, Cairo editore 2016. Partecipazione a varie collettive in gallerie di tutta Italia.Continua...

Ha iniziato a dipingere praticamente da bambino riproducendo quadri le cui immagini trovava nei libri o nelle riviste incoraggiato dalla sensibilità e dall’affetto di un suo cugino più grande. Nel 1966, alla Biennale di Venezia, incontrò le opere di Lucio Fontana. A quel tempo Procida era un adolescente. Un adolescente che si faceva emozionare dal bianco e oltre. Erano anni in cui frequentava alcuni pittori ternani dai quali assimilava tecniche, riflessioni, emotività. Maestri. Felice Fatati, Giampiero Mercuri e, in particolare, Dante Riceputi nel cui studio-laboratorio oltre che far pratica di disegno e incisioni, fu condotto alla scoperta di Kandinsky, Malevic, Mondrian, Gottlieb e altri. M. T. Continua...

Curriculum " e presentazione :Gianni Deserri, John per gli amici, nasce il 13 Luglio 1948 a Ferrara. All'età di 14 anni si trasferisce a Bologna dove frequenta il " Liceo Artistico Statale " conseguendo il diploma di maturità artistica. Prosegue gli studi iscrivendosi all' Accademia di Belle Arti, nella sezione di Scultura.All'età di 24 anni diventa prima assistente e poi professore al Liceo Artistico ove è stato studente, trasferendosi successivamente all'istituto Statale d'Arte per oltre trent'anni. Attualmente è responsabile del laboratorio di scultura nell' associazione artistica ferrarese " Club Amici dell'Arte ".Fin da quando era ragazzo ha partecipato a numerose esposizioni collettive e personali, vinto premi a livello locale e nazionale. Le sue opere di scultura, pittura, grafica, sono collocate in strutture pubbliche e private.La carriera di Gianni Deserri è fondamentalmente dominata dalla figura umana, che è il centro assoluto dell'universo creativo ideato nel corso degli anni. L'esperienza sempre maggiore dello studente prima, del professore e professionista poi, gli hanno permesso di affrontare un personalissimo progetto artistico, modellando l'arte del "reale" ( figurativa e legata alla fedele riproduzione dell'umano e della natura ), verso un più marcato simbolismo.I concetti cui si lega sono il Movimento, la Sintesi e un Espressionismo più o meno velato che caratterizzano fortemente ogni sua opera, un'arte dove prevale la stilizzazione di alcuni aspetti della realtà al fine di individuarne i sentimenti e i valori emozionali ed espressivi. Dopo i primi anni di carriera condizionati dalla fedele riproduzione dei soggetti, la sua attenzione si concentra...Continua...

Bruno Daniele Vive e opera ad Alba (Cuneo) Negli anni ’60 consegue il diploma in Grafica Pubblicitaria e consolida la sua manualità artistica nello studio di Pippo Bercetti, sottoponendosi alla disciplina figurativa del ritratto di nudo, ma la sua attitudine primaria si rivelava l’incisione, nel cui ambito intendeva essere attivo: decise quindi di frequentare la Scuola di Calcografia presso l’Accademia Raffaello di Urbino. È inevitabile la partenza figurativa, che caratterizza tutta la produzione degli anni ’60 e ’70, incentrata su temi sociali (l’alienazione metropolitana, l’inquinamento urbano, l’emarginazione umana e affini). La svolta lo coglie negli anni ’80, mentre negli anni ’90 si può dire giunto a una buona maturazione artistica. È una sostanziale trasformazione che avviene nei modi pittorici, inizialmente osservanti il modello reale, come si è detto, poi, e all’improvviso, dediti ad una disinibita espressione di materie frantumanti il colore, che non prevede costruzioni o programmi iconografici, una sorta di espressionismo che però, diversamente da come esso solitamente si intende, non è determinato, ancora una volta, da quella forza che spinge dall’interno, come qualcuno ha scritto di lui, bensì, dalla forza stessa della materia, da un’energia intrinseca alla materia stessa, quella di cui si vale per “rompere” le paste cromatiche. Nel segno di Burri, divenuto esemplare per gli artisti dell’ultimo Novecento, si è scritto, egli ha sempre utilizzato, come piani di supporto, cartone e tela di juta e come integratori del colore catrame e resine epossidiche, ma quando ho appreso che ha avuto contatti con Pinot Gallizio, morto...Continua...

Simone Fantini nasce a Udine nel 1974 e cresce artisticamente in seno al laboratorio di famiglia. Si diploma a Udine all' istituto d'Arte di Udine e si specializza dopo un viaggio in Messico in arte del murales e della decorazione a Milano. Da lì inizia con le prime pitture a olio tra studi anatomici e illustrazioni, con un continuo riferimento ai pittori classici e quelli a cavallo tra l'ottocento e il novecento. La conoscenza di varie tecniche espressive lo portano a eseguire opere su commissione quali murales, trompe l'oeil, scenografie, quadri, riproduzioni di opere antiche in locali pubblici e privati in Italia e all'estero. Lavora come decoratore artistico presso i transatlantici Princess e in vari parchi acquatici e di divertimento per la ditta Ozlab Funfactory. Simon si esprime all'interno dell'arte all'insegna della versatilità. I viaggi in India e in America Latina lo portano ad amare soggetti spirituali in relazione alla natura e al cosmo che scoprirà essere vivi anche nella sua terra nativa il Friuli con le sue contaminazioni celtiche,che andranno a rafforzare le tematiche già da lui scelte nella sua produzione pittorica. Il colore e il segno sono il suo modo naturale di avvicinarsi al mondo in forma totalizzante. Continua...

Tina Lupo è nata nel 1949. Ha frequentato l`istituto d`arte di Bari e l`Accademia di Belle Arti di Bologna. Insegna scultura dal 1970 al 2006. Nel1974 e1976 compie due viaggi di studio a New York. Si occupa di scultura nell`ambito di una rilettura contemporanea del mistero iconografico delle grandi e antiche civiltà mediterranee. Nel 2001, in Campidoglio a Roma in occasione della consegna di una medaglia, Alberto Trivellini scrisse sul Corriere di Roma: `Davvero,nell`atelier di Tina Lupo si respira una buona aria di novità. Dire una parola nuova,in fatto di scultura è il suo impegno,il traguardo più volte raggiunto e superato. La scultrice ha la capacità di presentarci quello che non aspettiamo, chiusi nei nostri antichi e cristallizzati concetti di bellezza e di regole. Lo fa senza esitare, schierando il suo esercito di statue metalliche, probabilmente sapendo che, prima di cominciare a capire, lo spettatore sarà pervaso da un certo timor panico. Di regola ciò che è assolutamente nuovo, al primo impatto spaventa.Poi si entra in quella grande armonia che l`Artista ha saputo creare ed è come ascoltare le parole di un discorso tanto sconosciuto quanto avvincente. Tina Lupo ci offre la possibilità di capire fino a che punto possa arrivare la creatività nel campo dell`arte. Capire l`essenza e seguirla: anche il critico si sente spogliato da argomentazioni tecniche o di merito. Lupo indica altra strada; invita a uscire dalle abituali corsie, a porgere orecchio a questo inaspettato richiamo. Continua...

Inihccor, nato a Pavia dove tuttora vive e lavora, laureato in Ingegneria Elettronica, ha intrapreso una carriera professionale coerente con i suoi studi. Da sempre affascinato dall'indagine sull'energia in termini scientifici e fisici, ha sempre cercato di identificare il punto di congiunzione tra tale energia e l’essenza piu’ intima della materia e dell’esistenza; tale interesse, lo ha stimolato ad analizzare molte discipline scientifico-spirituali, legate alla ricerca del senso più profondo del proprio essere interiore e delle cose. L'autore si è così avvicinato alla Psicocibernetica, disciplina finalizzata ad attivare le nostre innate energie mentali, alla Teosofia ed alla Antroposofia. In tale contesto, e grazie a tali approfondimenti, Inihccor ha deciso di seguire e di dare corpo sulla tela a quegli impulsi artistici, in particolare pittorici, che spesso gli si erano presentati impetuosi in gioventu’, ma mai, razionalmente, assecondati. Fondamentale, soprattutto per il profondo legame con l'aspetto artistico, è l'incontro con l'Antroposofia di Rudolf Steiner, filosofia basata sul concetto della consapevolezza umana come cardine del divenire cosmico, che ha costituito 'l'anello di congiunzione' tra i due mondi in cui l'artista si era dibattuto fino ad allora, quello materiale della fisica e dell'elettronica e quello invece spirituale delle "energie sottili". Le opere dell'autore, che ora dipinge con regolarità e cosciente passione, richiamano influenze provenienti da maestri quali Chagall, Klee ma soprattutto Kandinsky, anche per la base filosofica della sua arte, manifestazione esplicita della correlazione tra il mondo spirituale e quello...Continua...

Non dirò nulla su di me, già ci pensano altri. Per me parlano i miei lavori. Grazie.Continua...

Emilio Facchini nasce a Pisa nel 1981. Dopo il Liceo Artistico, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Carrara, ma preferisce una formazione più concreta e artigianale. Decide di frequentare uno studio-bottega del maestro Luca Battini, dove apprende la tecnica dei telari veneziani, la pittura dei finti stucchi e dei finti affreschi e, soprattutto, impara il metodo classico della pittura ad olio. Questa tecnica lo affascina perché in essa riconosce uno strumento consono alla propria ricerca espressiva. Nel dicembre 2003 è in America per coadiuvare nella decorazione dei soffitti e delle pareti di una grande villa neo-rinascimentale a San Francisco. Nel 2005 esce il suo primo catalogo, Dal settembre 2006 presso la “Bottega del Bonfresco” dei maestri Luigi Falai, Mario Passavanti e Massimo Callossi, allievi di Pietro Annigoni, studia la tecnica dell’affresco e dello strappo di affresco. Settembre 2002: alla Galleria “il Fitto “ di Cecina (Livorno) espone per la prima volta una serie di opere a carboncino, in una mostra intitolata “Espressionismo realista Settembre 2005: espone al CentroArteModerna di Pisa nell’ambito della XIa Rassegna nazionale di Pittura e Scultura. Febbraio 2006: Emilio Facchini espone presso il centro culturale “Incontri” di Cecina Giugno 2006: partecipa fuori concorso al premio “Arte, Cultura e Turismo”, Gennaio 2007: Emilio Facchini viene invitato ad esporre a Noistadt a.d. Aisch (Germania) presso la “Gallerie in der Sparkasse” insieme ad Elena Speranskaya, affermata pittrice e grafica di San Pietroburgo Maggio 2007: partecipa alla mostra “ARTINDEX” presso il centro di arte moderna...Continua...

Roberto Ferrari ha conosciuto la pittura fin dalla propria infanzia, grazie a sua madre, una valente pittrice e da allora ha sempre dipinto. Il suo primo incontro con l’arte è però musicale. Suona il violino, la chitarra e la fisarmonica in gruppi di musica etnica e in formazioni teatrali. Sempre più interessato al violino, si dedica alla liuteria, costruendo e restaurando strumenti ad arco in una bottega nel centro storico di Torino. E’ un periodo importante, tuttavia alla fine degli anni novanta sceglie di ritornare alla pittura, soggiornando per cinque anni a New York City, dove frequenta gli ambienti artistici di Soho e del Greenwich Village. Conosce esponenti della sperimentazione americana e scambia impressioni sulla ricerca artistica e il linguaggio pittorico comune. Con l’andar del tempo la sua tecnica pittorica si fa sempre più intimista, fino a coniugarsi con la sua profonda spiritualità, vicina al mondo del Buddhismo Zen. Nel 2010 partecipa a concorsi di pittura nazionali. Nel marzo 2011 con la realizzazione di una mostra personale presso la Galleria Martorano a Torino, inizia il proprio percorso espositivo. È presente nel Catalogo dell’Arte Moderna, Editoriale Giorgio Mondadori. Continua...

Nato a Caltavuturo, nelle Madonie, il 6 ottobre 1957. Vive e lavora a Cefalù, dove si è diplomato maestro d’arte presso l’Istituto d’Arte. Interessato sia al mondo naturale che alla tecnica, curioso indagatore della realtà che lo circonda, ama il contatto fisico con le cose, che ‘smonta’ e ‘rimonta’. Infatti realizza le sue opere, quadri e sculture, con materiale di riciclo: ferro, tronchi d’albero, vecchi residui di motori e macchine. Nelle sue mani, questi lacerti naturali o artificiali acquistano nuova vita e nuovo significato negli assemblaggi che l’artista inventa. Nuove forme nascono dalle vecchie in sintonia con un mondo che muta presentando impreviste conformazioni. “Nulla si crea e si distrugge in natura”. E anche nelle mani dell’uomo tutto si trasforma, rispecchiando, in una eterna vicissitudine, gli interni moti del cuore e del pensiero. Così l’uomo – grazie alla mano e la mente – diventa creatore all’interno del creato.Continua...

Maurizio Marchini Maestro d’Arte nasce a Roma il 18/09/1957, artista che sin da bambino mostra attitudine alla pittura con una natura morta ad olio, vincendo un premio. Frequenta: il “I° Liceo Artistico di Roma”, contemporaneamente la bottega del Maestro Cardoni nel restauro degli affreschi di “Palazzo Grazioli”, successivamente la bottega del Maestro Mimmo Caroselli (noto espressionista romano). Dipinge con svariate tecniche e generi, ma si esprime in particolar modo nel “Metafisico Surrealista”. Partecipa a varie mostre personali, collettive vincendo numerosi premi. E’ stato citato da: Prof. Vittorio Sgarbi, Avv. Amerigo Manili, Dott. Salvatore Russo, Dott. Francesco Russo, Prof. Sandro Serradifalco, Dino Marasà, Prof. A. F. Biondolillo, Prof. Claudio Lepri, Paola Rabai, Dott. Mariarosaria Belgiovine, Dott. Federica Pasini, Letizia Lanzarotti, A. Mazzarelli, S. Sansone, G. Gasperoni, M. Vazio, Barone R. Marino, A. Arena, Prof. Giorgio Palumbi, F. Chetta, M. Gnali, R. Chiesa, C. Ritzow, Ass. P. Debouverie, Ass. M. Navalet, Prof. Rosario Pinto, Giorn. Alessandro Tozzi, Arc. Barbara Righetti, Prof. Mara Ferloni, Pierluca Righetti, Angela Chiassai, Federico Caloi, Laura Salerno. E’ quotato da € 1.000, € 40.000 Continua...

Artista, attrice e autrice, ho lavorato al fianco di alcuni dei più grandi maestri nel panorama internazionale nel teatro, nel cinema e nell’arte. Credo che l’Arte in tutte le sue forme e manifestazioni sia la via più veloce e potente per arrivare a Dio, conducendoci alla trasmutazione verso la nostra vera essenza. Ho esposto in alcune delle più importanti città d’arte del mondo: Milano, Roma, Bologna, Parigi, Miami, New York. Attualmente mi rappresentano Agora Gallery – New York e Saatchi Art Gallery – worldwide. Hanno collaborato alla realizzazione di alcuni dei miei progetti: Ferdinando Cioffi photographer per “Golden Virtues”, LM Gilberti photographer per “R E B O R N”. Ho creato “BreathLife”, programma di meditazione audio/video con una serie di meditazioni potentissime che conducono a ritrovare leggerezza, verità, energia, lucidità nella vita quotidiana. Autrice di “L'Arte Ti Trasforma”, ebook ed evento dal vivo dove guido le persone ad entrare in contatto ed esprimere la propria vera voce attraverso l’arte. Per Mindvalley/Omnama ho scritto “Più creativo in 18 minuti” meditazione audio, per aumentare creatività ed ispirazione nella vita quotidiana. Secondo la mia visione ”Amore, Passione, Arte e Bellezza Trasformano il mondo”. Ho creato quindi “AMAWearArt” by Sarah Arensi (Indossa l’Arte) una linea di accessori – foulard/sciarpe e borse, ecofriendly a km 0 – realizzati con prodotti made in Italy e di alta qualità, ispirati alle mie opere d’arte; “Perchè indossare l’arte e la bellezza può diventare un’esperienza spirituale arricchente per elevare l’anima ed espandere lo spirito”. Grazie alla fotografia...Continua...

Nato a Roma il 1982, dove si laurea in Architettura del Paesaggio, vista la sua forte vocazione, verso il disegno e la rappresentazione della natura alla base dell’espressione dell’uomo nell’ arte. Nonostante gli studi tecnici ed architettonici si dedica fortemente alla fotografia e alla pittura che riesce a liberarlo dai canoni prettamente accademici, dando spazio alla sua creatività e libertà di confronto e scambio con la natura per maturare la sua espressione ca, variando sempre le sue tecniche, ma prediligendo la lavorazione in olio di lino. Varie le mostre Personali riguardanti il paesaggio di cui una segna inconfondibilmente il suo pensiero di continua trasformazione e movimento, di diversità e rapporti polimorfici in cambiamento, dove nulla si puo’ definire con certezza lasciando spazio sempre alla libertà d’immaginazione e di pensiero nonostante tratti di luoghi reali o immaginari che siano; di questo narra “ Paesaggi di Passaggio” mostra itinerante (Morano Calabro, Milano, Castrovillari,Roma) del Maestro che riguarda i luoghi da lui visti ma anche immaginati nel percorso della sua vita, ambienti diversi in diversi momenti in cui il confronto dell’artista e’ sempre cangiante a dimostrazione della bellezza e diversità della vita sempre in movimento. Altre mostre riguardano sempre la Natura in se’ e della sua metamorfosi , ma l’artista si dedica anche all’ astratto e ai nudi, a sculture ed installazioni riuscendo a dimostrarsi completo e poliedrico. Varie le mostre personali: ‘Paesaggi di passaggio’, ‘Anime Nude’, , ‘Gli alberi Bianchi’, e collettive (Milano,Venezia, Roma, Palermo, Udine, Castrovillari, Morano Calabro...Continua...

Giovanni Firrincieli nasce a Ragusa nel 1967 ma vive in Liguria, dove è lì che crea la sua arte. Marinaio di tante avventure in giro per il mondo, è nella sua arte che riesce ad esprimere tutto il suo vissuto ed a coniugare il suo mondo interiore con quello reale di cui egli si nutre metabolizzandolo ed elaborandolo fino a farlo diventare proprio, per poi riversarlo nelle sue tele dove scorrono tante emozioni e tanta vita in cui tutti possono riconoscersi. Le sue opere partecipano a passaggi d’aste pubbliche come la prestigiosa Casa d’Asta Antonina dal 1890 in Roma e sono custodite presso enti pubblici, tra cui si ricordano: Museo Civico di Monreale (PA); Nave San Giusto della Marina Militare Italiana; Ospedale Militare di Augusta (SR) e presso collezionisti privati. Nel dicembre 2011 è stato invitato a far parte della prestigiosa Accademia di San Lazzaro in Roma, diretta dal Prof. Conte Daniele Radini Tedeschi. Il 9 ottobre dello stesso anno, in seguito alla missione di pace svoltasi a favore del popolo libico a cui partecipò Nave San Giusto in rappresentanza dell’Italia e su cui era imbarcato lo stesso Firrincieli dove dipinse l’opera "Venti di Speranza", RAI 2 con la trasmissione "Mediterraneo" gli volle dedicare uno spazio dove lo stesso presentò la sua opera. Le sue opere sono state pubblicate su prestigiosi Volumi d’Arte, tra cui si ricordano: Monreale Una Raccolta d’Arte Contemporanea del Prof. P. Levi; I Grandi Maestri della EA Editore; L’Esausta Clessidra del Prof. Radini Tedeschi; Creazioni del Prof. Levi; Manent Libro d’Oro d’Arte Contemporanea dei Prof. Stefano Valeri e Sergio Rossi docenti dell’Università La Sapienza di...Continua...

E' nato a Francavilla Fontana (Br) nel 1958 dove ha anche conseguito la Maturità Tecnica 1978. Lavora come dipendente dell’Acquedotto Pugliese S.p.A. nella Macro Area di Taranto. La sua passione per l’Arte risale a molti anni fa quando da ragazzino con i suoi amici nel pomeriggio, si davamo appuntamento in chiesa per servire la SS Messa, spesso sii fermava nella grande navata della cattedrale, ad ammirare quegli enormi dipinti posti sopra gli altari (PALE) avvolti nei colori bruni degli sfondi nei quali si armonizzava quel magico colore dell’incarnato di quelle figure che sembravano evanescenti. Si isolava dal mondo si sentiva pieno di pace e serenità, quel dipinto era suo era il passaggio mistico attraverso il quale riusciva a percepire il calore e la grazia di quel “Bambino” in braccio alla Vergine. Nel corso degli anni non ha potuto dare sfogo a questa sua passione per una serie di motivi che sarebbe lungo da raccontare, in ogni modo era più che convinto che qualcosa di buono sarebbe stato in grado di realizzare. Purtroppo anche se le sue aspirazioni erano di natura artistica, in realtà si é diplomato come Perito Meccanico. In alternativa ha coltivato, e coltiva, questa passione da autodidatta riscuotendo spesso apprezzamenti e valutazioni al di sopra delle sue aspettative, che gli sono servite da sprono a lavorare e perfezionarsi.. Dal 1993 sino al 1998 ha partecipato ad moltissime collettive per poi realizzare la sua prima personale tra Dicembre 98 e gennaio 99 riscuotendo un successo enorme documentato da una serie di recensioni A distanza di quasi tredici anni,ha trovato nella rete la soluzione definitiva per pubblicizzare i suoi lavori. Conclude...Continua...

Sono nata a Dolo (VE) il 27/01/995. Ho studiato al liceo artistico A.Modigliani di Padova e successivamente ho proseguito i miei studi all'accademia di belle arti di Bologna sotto l'indirizzo di pittura. mostre: June 2014: Mostr'arti, Bologna Italy November 2015: Fargo village, the box, Coventry UK March 2016: Drawing prize, Lawis gallery, Rugby UK April 2016: The Glass Box, Coventry UK April 2016: Drawing prize, Atkins Gallery, Hinkley UK June 2016: Ground fest, Padova Italy July 2016: Free range, London UKContinua...

Pantaleo Musarò Pantaleo Musarò nasce a Galatina (Lecce) nel 1960. Artista “orgogliosamente “ autodidatta, sviluppa la propria ricerca con l’esperienza diretta sulla materia e la collaborazione-confronto con altri artisti: inizia a dipingere nei primi anni del 1980 seguendo corsi di pittura in istituti privati e in un secondo momento frequentando lo studio del pittore Leonzio Mangione, figura fondamentale per la sua formazione artistica e culturale. Seguono anni di intenso lavoro che aprono la strada ad importanti collaborazioni: lavora come scenografo per la produzione italo-tedesca del film “Solino”, tra il 1998 e il 2000 alla realizzazione delle fiere d’arte contemporanea “Artistika” e “Since 2003”, in Puglia. La sua attività incessante e la continua sperimentazione di mezzi e materiali lo hanno visto transitare dall’arte informale e gestuale dei primi anni ottanta alla scultura e installazione fino al video e alla fotografia. Dal 2000 viene invitato ad importanti esposizioni collettive e personali che danno inizio ad un nuovo percorso della propria vita artistica. Le sue installazioni sospese nel vuoto o sulle pareti ed in simbiosi con l’architettura che le ospita, le fotografie di paesaggio in rigoroso bianco e nero, i suoi video costruiti con immagini dalla provenienza incerta e apparentemente casuale, parlano di una ricerca dove il punto di vista dell'artista è semplicemente l’apertura di un transito, di un Passage (dal nome delle suoi ultimi lavori), di un possibile punto d’incontro tra pittura, fotografia, video, musica, alla ricerca delle intime affinità tra colore/ suono/ materia, ma anche e soprattutto di un possibile...Continua...

Scultore autodidatta. Eseguo assemblaggi con materiale di recupero sotto forma di sculture a pavimento o da appendere a parete. L'ultima mostra alla quale ho partecipato è stata la Biennale di Londra 2015, organizzata dalla Galleria Gagliardi di Londra.Continua...

Arte e fotografia dal 1997 https://vimeo.com/13335514?ref=em-share Guarda il video nato a ringraziamento Per the New York Photo Award Per aver assegnato il primo premio ad Una mia immagine : Thanx Andrea Taddei il regista di questo Montato : buona visione AliceContinua...

Nata a Roma ora vive in Toscana. Disegna dall'età di tre anni. I suoi i maestri d'arte sono stati Giancarlo Isola (Liceo Scientifico Avogadro a Roma) e Renato Guttuso (Liceo Artistico Via Ripetta Roma): Espone dal 1982 con collettive e molte personali.Continua...

Vanessa Mazzali nasce a Modena il 18.07.1986. Nel corso della vita è sempre stata attratta dall'arte in generale, sviluppando durante l'adolescenza una certa curiosità e abilità per il disegno a matita. Laureata in scienze infermieristiche, tutt'ora lavora come infermiera presso l'ospedale di Carpi, in provincia di Modena, ma nel tempo libero ha fatto della pittura la sua passione. Passione che l'aiuta soprattutto a estraniarsi dalla difficile e frenetica vita di "corsia". La carriera artistica nasce nel 2011, quando intraprende un corso di pittura a olio. Esegue quindi, durante il corso, il suo primo dipinto e soddisfatta del risultato continua da sola. Ha iniziato il suo percorso artistico con quadri figurativi per poi passare piano piano all'astratto, dove raccoglie sapori di vita vissuta. Dipinge per passione e cerca di riempire le sue tele stimolando l'interesse dell'osservatore con una pittura densa di stati d'animo, di sensibilità e di introspezione psicologica. Il cromatismo, vivace e dinamico, diventa pertanto elemento fondamentale nei suoi lavori. ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2011: Corso di pittura a olio presso "La Bottega del Pittore" mirandola (MO) 2009: Laurea in Infermieristica 2005: Diploma di economo dietista SEGNALAZIONI ARTICOLI 2016 Intervista all'artista contenuta nel giornale settimanale Carpigiano "VOCE" 2015 Segnalata nel mese di marzo all'interno del periodico di cultura "Corriere dell'arte" in occasione della mostra personale "Lapsus Mentis" presso la galleria d'arte Rinascenza Contemporanea, Pescara. 2014 Appare nel catalogo artisti italiani 2014, di seguito il link http://issuu.com/artisti.italiani/docs/catalogo_web_artisti_italiani_2014./1...Continua...

"Qualsiasi arte, come l'amore, non ha età, è sospesa nel tempo. Poiché questa dimora nell'anima finché vivi, e non sopravvivi, resterà integra." Nome e cognome: Tessarollo Ferruccio Nato: il 3 gennaio 1962 Appassionato di arte fin dall'inizio della propria esistenza, trova che i materiali usati nella propria professione "edile", si prestavano ad un riuso creativo artistico. Dal 2010, usando acqua e fuoco, rielabora e crea superfici texturizzate altamente poetiche ed espressive, raggiungendo un'abilità tecnica e personale in continua evoluzione creando linguaggi nuovi. Dal 2015, a seguito di apprezzamenti, consigliato da critici e addetti ai lavori, ho deciso di uscire dal mio anonimato. Le mie opere nascono dalla sinergia del fuoco.. acqua e terra. Continua...

Riccardo Saltini nasce a livorno nel 1962… Dopo aver conseguito il diploma superiore ed aver frequentato la libera accademia di belle arti c. trossi, approfondisce il linguaggio dei comix, si traferisce a metà degli ’80 a Milano dove inizia a lavorare nel campo pubblicitario. Illustratore, grafico, art director free lance, si occupa di comunicazione grafica, contemporaneamente Alla professione di visualizer ed illustrazione fantasy anche nel settore editoriale, risiedendo a Milano fino al ’93 data in cui ritorna in toscana scegliendo il chianti, a pochi chilometri da Firenze. Sul territorio, sviluppa la ricerca pittorica nell’ambito di figurativo ed approfondisce le tecniche di Decorazione d’interni e tromp d’oeil. Nel ‘ 94, partecipa alle prime mostre in Milano con la galleria “Piccola Brera” in cui espone con alcuni artisti, tra cui Munari, , l’approfondendo la pittura tridimensionale realizzati in soggetti acrilici su supporto rigido , con cornice in plexiglass. Nello stesso anno partecipa ad Art expo in New York, avendo la possibilità di venire a contatto con alcune esperienze nell’ arte applicata, ( murales, ed interventi artistici all’interno di alcune abitazioni private…). Dal ‘95 si concentra nell’ambito di interior design, partecipando alle edizioni annuali del salone del mobile di Milano, con installazioni ed esposizioni organizzate nel circuito fuori salone. Nel 96’ partecipa all’iniziativa espositiva “ 100 artisti per Sarajevo” organizzata dalla regione Toscana e l’assessorato del comune di Firenze con la pubblicazione di un libro ed un cd rom . Nello stesso periodo sul territorio toscano si...Continua...

Giorgio Benedetti inizia il suo percorso artistico legato alla sua innata passione per il mondo dei motori da autodidatta Appassionato e conoscitore del motorismo agonistico , raffigura automobili e motociclette in chiave dinamica .Dal 2007 propone al pubblico in forma concreta la sua immagine artistica , promuovendo le sue opere dipinte con la tecnica acrilica , spaziando dal colore al bianco e nero . Breve cenno biografico: Catalogato , criticato e pubblicato su vari fronti , tra riviste settoriali e pubblicazionid'arte , questa e' una parte del suo percorso aggiornato a fine 2016. CAT.D'ARTE " ARTE E COLLEZIONISMO - PITTORI E SCULTORI DEL 900 " ED. 2012 -2013- 2014 -2015 ED. EFFECI' A CURA DELL' ED. E CRITICO D'ARTE DOTT. FRANCESCO CHETTA CAT.D'ARTE CONTEMP. " MI FACCIO LA COLLEZIONE " 2013 , A CURA DI ART EVENTS MAZZOLENI . CAT. D'ARTE "ENCICLOPEDIA D'ARTE MODERNA - OPERE E QUOTAZIONI " 2013 ED . ARTENOVA . CAT. D'ARTE " PROTAGONISTI DELL'ARTE DAL XIX SECOLOA OGGI " ED. 2014 A CURA DEL DOTT. PAOLO LEVI ED. EA PALERMO . CAT.D'ARTE "ITALIANI- DALLA FIGURA ALLA FIGURAZIONE- SELEZIONE D'ARTE CONTEMPORANEA " A CURA DI DOTT. VITTORIO SGARBI - ED.EA PALERMO 2016 CAT. D'ARTE " CAM 52 " ED . GIORGIO MONDADORI EDITORE SITO WEB : www.benedettigiorgio.com Continua...

Nato a Parma,risiede e opera a Gela(CL)in via E.Morselli,47 Ha partecipato a numerosi premi nazionali e internazionali tra cui : Premio Spazio Arte (Pisa 1985), Premio Nicolas Poussin(Milano 1987),Imaginaria ( Milano 1992), 1° Biennale Internazionale d’Arte (Malta 1995),1° e 2° Premio Flash Art Museum ( Trevi 1996-1997 ), 1° Festival Mondiale d’Arte su carta ( Kranj-Slovenia 2000), 3° e 4° Biennale Internazionale d’ArteGrafica (Museo di San Carles de la Ràpita-Spagna, Museo Michetti -Italia2004,2006 ), Triennale d’Arte Contemporanea(Le Ciminiere-Catania 2005), I have @ dream-a cura di Tribe Art (Monastero dei Benedettini ,Catania 2008),Giornate del Contemporaneo (Museo Maui 2008), Contemporanea 2008-a cura di Francesca Londino e Settimio Ferrari (Palazzo San Bernardino-Museo Amarelli-Rossano(CS)-2008),5° Biennale Internazionale d’Arte Grafica (Museo di San Carles de la Ràpita-Spagna,Museo Michetti-Italia e III° Bienal International de Arte de Pekin-Cina -2008), Leggenda-a cura di Francesco Gallo Mazzeo-(La Primavera dell’Arte- Museo Archeologico Regionale-Gela 2013),1° Collettiva d’Arte Contemporanea( Eni Group Club-Macchitella-Gela a cura di Giovanni Iudice-2013), Territori Contemporanei-(Museo del Castello di Mola- a cura di G.Filistad-2016) Tra le principali mostre personali: Galleria La pantera ( Pisa 1986),Galleria Sever ( Milano 1987),Ezio Pagano-Arte Contemporanea ( Bagheria 1988), Miart (Milano 1994),Miart (Milano 1995), L’Età Dell’Oro-Trasmutazioni,a cura di Domenico Amoroso(Caltagirone 1997), L’Età Dell’Oro –catalogo Carte D’Arte-testi di Massimo Di Stefano(Casa delle fanciulle “Regina Margherita”-Gela 1998),...Continua...

Curriculum artistico adalgisa santucci Adalgisa Santucci dipinge e scrive fin da bambina e tiene nascosti i suoi lavori fino al 2010 quando espone a Latina per la prima volta con il patrocinio del comune. Segue una partecipazione a San Antimo abbazia con un'istallazione ispirata ad una poesia (entro me)della poetessa Flora Rucco,il tema trattato è la donna con tutte le sue molteplici sfaccettature,in questa istallazione la Santucci racchiude tutto il suo percorso artistico e lo chiama IL PERCORSO DELLA DEA . Nel suo lavoro, ricerca, nell'intima essenza racchiusa dentro personalità e ruoli che la donna ha assunto e interpretato nei secoli di storia ,ne cerca il senso e un possibile reale riscatto. Le sue partecipazioni diventano sempre più numerose in varie collettive nazionali e internazionali, partecipa al premio nazionale Gabriele D'Annunzio espone al comune di Bracciano al primo municipio di Roma e al teatro Olimpico in Roma al museo diocesano di Terni partecipa al premio Brancaleone da Norcia dedicato a Vittorio Gassman con lo storico dell'arte Alberto D'Atanasio ,lo stesso propone un lavoro su commissione realizzato su carta proveniente dalll'antica cartiera di Bevagna,il lavoro dedicato alla Dea madre verrà esposto nei musei di ,Bevagna,Bologna,Albenga e in mostra permanente in Malesia. Partecipa per tre edizioni consecutive al premio Albatros ricevendo menzioni d 'onore. Espose in collettive alla galleria vaticana La Pigna ricevendo menzioni d'onore dal critico d'arte Maria Teresa Prestigiacomo. Riceve dall'editore Francesco Chetta il premio Artista dell'anno 2013 e successivamente dal critico Maria Rosaria Belgiovine e dal critico Jean Charles...Continua...

Bernarda Visentini svolge dal 1980 una ricerca scultorea ed archeologica per la quale ha ottenuto numerosi apprezzamenti, come per esempio dal prof. Fred Licht (già curatore della Collezione Guggenheim di Venezia), dal prof. Emmauel Anati (direttore del Centro Camuno di Studi Preistorici - Capo di Ponte, Bs), dal prof. Ermanno A. Arslan (già direttore delle Civiche Raccolte Archeologiche e Numismatiche del Castello Sforzesco di Milano, che l’ha invitata a tenere una mostra personale al castello stesso). Molte testate giornalistiche e riviste specializzate si sono occupate della sua arte. Fra queste ultime, per esempio: Eco d’Arte Moderna, Terzoocchio, Quaderni di Scultura Contemporanea, Over Art, Effetto Arte, Corriere della sera, Il Corriere di Roma, Archivio delle Arti, Leadership, Il Gazzettino, Messaggero Veneto, Il Piccolo, Novi Matajur, La Vita Cattolica, Il Friuli, La Panarie... E' Inserita nei volumi Scultori Italiani Mondadori, I Grandi Maestri e Accademia Internazionale delle Avanguardie Artistiche (vedi "Pubblicazioni"). Fa parte dell’Accademia de “i 500” per le Arti Lettere Scienze Cultura - Roma in qualità di Accademico di Merito, esponente del mondo artistico e culturale italiano. E' Maestro d'Arte ed Accademico delle Avanguardie Artistiche.Continua...

ALGISI MariaGrazia nasce a Cantello (VA) nel 1948. Nel 1992 si iscrive al Gruppo Artistico Forlanini Monluè (GAFM) di Milano dove perfeziona la sua passione e si avvicina all’utilizzo della tecnica ad olio su tela. Conosce diversi artisti che la aiutano alla conoscenza della tecnica e sviluppa una sua propria arte. Partecipa a varie estemporanee nelle campagne lombarde. Organizza una sua prima mostra personale a Cantello, invitata dal Comune nel 1997. Tale personale si ripete nel 1998. Trasferitasi a vivere a Grandola ed Uniti (CO) nel 2000, continua a coltivare la sua passione e scopre nuove tecniche che rende personali. Parte dalla pittura di nature morte e paesaggi, scoprendo nuove prospettive. Unisce diverse tecniche per creare profondità e dare all’occhio dell’osservatore il senso della tridimensionalità . (PITTOSCULTURA). Continua...

sono ferruccio berti pittore e decoratore dichiese,ho appreso l'arte della pittura da mio padre frediano berti e mio nonno attilio de tomasi.ho lavorato in parecchie chiese del varesotto e della valtellina,ho decorato e restaurato parecchie cappelle sulle strade,ho fatto in passato alcune mostre d'arte nella provincia di varese,ho collaborato infine con alcune case editrici come illustratote di genere fantasy.Continua...

Ha frequentato l’ Istituto d’ Arte di Comiso, conseguendo nel 1971 il diploma di Maestro d’Arte e nel 1999 il diploma di Laurea “ Sezione Decorazione“ presso l’ Accademia delle Belle Arti di Agrigento. Ha insegnato pittura e tecniche pittoriche presso l’Accademia delle Belle Arti “ Mediterranea” di Ragusa. Nel 2000 forma il gruppo del “Magmatismo” Nel 2005 da caposcuola del “ Magmatismo” la Giorgio Mondadori dedica la prima monografia con la curatela di Vittorio Sgarbi, Paolo Levi e G.Guastella. La monografia fa parte della Collana Mondadori e racchiude tutte le opere dal 2001 al 2004 Nel 2006 è tra i 99 artisti scelti da Sgarbi per il volume “I giudizi di Sgarbi” edito dalla Mondadori Nel 2007 viene pubblicata la seconda monografia edita dalla “San Giorgio Arte Investimenti” Nel 2010 forma il gruppo MAP 13 assieme agli artisti Stefano Fanara ed Eliana Re Nel 2010 forma il gruppo MAP 13 assieme agli artisti Stefano Fanara ed Eliana Re Continua...

Jacopo Mandich nasce a Roma il 30 Marzo 1979. Nel 2005 si laurea in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, presentando una tesi su arte, riciclaggio e magia. Nello stesso anno vince il concorso Edgardo Manucci e nel 2006 espone al museo Manucci con una personale che deciderà di portare anche Milano negli spazi del Rotary Club. La ricerca stilistica, in continua evoluzione, è incentrata su una scelta di materiali, che verte principalmente sul ferro, legno e pietra. La sperimentazione di Jacopo Mandich è una continua sfida, basata sul desiderio di plasmare materiali difficili in direzione di un contenuto emotivo e sensoriale. Espone in mostre personali e collettive a Parigi, Londra e in diverse città italiane, a Roma è presente in spazi istituzionali come l’Auditorium Parco della Musica e Il Museo dei Fori Imperiali ( a cura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali). Nel 2012 realizza due installazioni permanenti per il lungomare di Ostia con le opere “L’isola dell’Io” e “Radice di Onda”. Nel 2015 partecipa alla terza Biennale Industriale di arte contemporane di Ecaterinburg(Russia) con le installazione partecipative “Fino all’ Ultima Pietra”e “Pelle di Corpo Celeste”quest’ultima installata permanentemente nella città di Satka Continua...

Hi, Natalia. A Moldovan painter, born in 1970, I graduated from art school for children or Plastic. Cahul, and then he studied at the Technical University Architecture Faculty in Chisinau. The technique used is oil on canvas manner "alla Primm". I consider art a method of free expression in the surrounding world by playing my own vision. Art is created not only by man but every man is one who can admire. My works are found in private collections in countries like USA, Canada, UK, Italy, Germany, Montenegro, Israel as well as in private collections in Moldova. Activities : My name is Natalia Esanu, I’m a painter who is truing to amaze and leave unforgettable impressions. I posses oil and acrylic technique and tools at an advanced level. I try to express freedom of thought my femininity and put feelings in each of the paintings crafted by the me. I had several personal exhibitions and participated in governmental exhibitions. 1. PERSONAL EXHIBITION to 24 APRIL 17 MAY entitled "Through the eyes of three generations" 2. “II Edizione Premio Mostra del Tigullio” 19 -21 giugno 2015 , Chiavari . 3. “INTERNAZIONALE ITALIA ARTE 2015 – WORLD CHAMBERS CONGRESS”. dal 5 - 12 giugno 2015. 4. Contest exhibition of contemporary art Requiem Exhibition Centre „Constantin Brâncuși” 11-28 iune 2015 5. Artwork YICCA - 2015 - International Contest of Contemporary Art 6. 20°Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea SaturARTE 2015 7. IMPRESSIONI DI SETTEMBRE mostra d'arte collettiva a cura di Matteo Cascetti . Dal 12 al 30 Settembre 2015 "Villa Anita" Sigillo (PG) 8. PERSONAL EXHIBITION to 24 APRIL 17 MAY entitled "Through the eyes of three generations" 9. Mostra...Continua...

Nato a Milano,dopo aver vissuto all'estero, Zilio si reca "a bottega" da un amico pittore ed ex insegnante di Brera, apprendendo le basi della pittura ad olio sino a rielaborare le espressioni artistiche di un vasto periodo che va dal '400 all'arte della Parigi del Novecento (con particolare attenzione all'arte seicentesca successiva alla rivoluzione caravaggesca). Crea uno stile personale (naturae) prima con puro olio per poi passare a tecniche miste sino a sfociare nel rilievo con particolari imprimiture sulla tela e con una pennellata più materica. Alcuni lavori sono visibili anche su saatchiart.com , mutualart.com, theartkey.com - raggiungibili anche su Google cercando con "ZIlio Zerbinati". Born in Milan, Italy , after a long period abroad , Zilio was introduced by a painter and former teacher at Brera Academy of Milan , from whom he learned oil painting techniques and their many and varied applications in the period of time spanning from the 15th until the 20th Century. He later began developing his own technique (naturae) initially using pure oil , then mixing it up with acrylic , until he got to its current stage which is comprised of bas-relief , ground color and chalk. Painting and artworks can be seen at saatchiart.com, mutualart.com, theartkey.com , also by searching on Google "ZIlio Zerbinati". Continua...

Alessandro Gambetti è nato a Vicchio del Mugello (Fi) nel 1959. Si è diplomato nel 1977 presso il Liceo Artistico di Firenze e successivamente nel 1983 consegue il Diploma di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 1999 è docente di ruolo di “arte e immagine” presso la scuola media statale “F.Tozzi” di Siena Nello stesso anno l’immagine di un suo dipinto viene scelto da un’agenzia di Amburgo (Germania) per una importante campagna pubblicitaria. Nel 2001 è stato nominato accademico associato dell’Accademia Internazionale “Greci Marino” (Accademia del Verbano di Lettere, Arti e Scienze, con sede a Vinzaglio, Novara). Ha partecipato a diverse manifestazioni artistiche collettive fra cui “Arte Padova” a Padova, “Cromaticos” (rassegna di pittura nel Castello Estense di Ferrara ), All’Art-expo di New York (USA), e più recentemente, alla rassegna “Firenze Arte”,Galleria la Pergola di Firenze, artista finalista alla settima edizione del “Premio Nazionale di Pittura e scultura Città di Novara” a Novara, alla prima edizione della Biennale di Arte Contemporanea “Riflessi Opposti”- ex Chiesa di San Carlo dei Barnabiti a Firenze e organizzato alcune mostre personali a Firenze , Siena, e provincia, ricevendo molti apprezzamenti da parte della critica e del pubblico. Numerosi i siti internet italiani ed esteri dove è presente con le sue opere fra i quali ultimamente, l'inserimento di una sua opera nella collezione “Naked promise” curata da Rebecca Wilson, Direttore artistico e curatore della Saatchi Art di Londra, e l'invito ad esporre alcune sue opere presso la galleria d' arte contemporanea Olandese “Artheerenveenart...Continua...

Nato a Napoli il 19-04-1955 diplomato al liceo artistico di Genova e all'accademia di B.A. di Brera Milano. Mostre personali e collettive in Italia e all'estero. Pubblicazioni: Mondadori La via Italiana all'informale - Mondadori Dramatis Personae. Eventi collaterlai 55 Biennale VeneziaContinua...

Mi chiamo Thalita Tonon, sono nata e cresciuta a S.Margherita Ligure in provincia di Genova, da papa' veneziano e mamma emiliana (un curioso incrocio di pregi e difetti). I miei genitori hanno precocemente notato la mia predisposizione all' arte pittorica, stimolandola da subito. Ho ricevuto il primo cavalletto da pittura all' eta' di tre anni, da quel momento in poi ho saputo che il mio ruolo nella vita sarebbe stato quello di disegnatrice. Ho frequentato l' Istituto Statale d'Arte di Chiavari diplomandomi Maestro d'Arte nell' anno 1994. Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova fino al 1998 ,contemporaneamente all' apprendistato in una bottega di restauro a Santa Margherita Ligure. Dal 1999 al 2004, dopo svariate esposizioni sia personali che collettive, partecipazione a diversi concorsi per la promozione di artisti emergenti e due collaborazioni con il TeatroTre di Milano per la realizzazione di scenografie televisive (Deejay e Gardaland di Mauro Radaelli) ho trovato impiego come assistente e disegnatrice presso una bottega di Scultura, Restauro e Arte funeraria a Santa Margherita Ligure. Nel 2008 la svolta, la nascita del mio primo capolavoro in carne ed ossa : Ares. Il ruolo di mamma mi ha costretta serenamente ad una pausa dalla produzione pittorica, ma ha permesso alla mia personalità di maturare imparando l'arte della pazienza, disciplina sottovalutata dai piu'. Il 2013 porta con se' anche Elena, la gnoma di casa. Ora, nel primo anno di asilo della piccola, ho deciso di riprendere la mia attivita' artistica...ed eccomi qui. Continua...

I was born in Faenza, Italy, March 28 1981. I am an Italian painter, sculptor and ceramist. I started at the age of 17 years totally self-taught. In the year 2014 I created the term Esorinism, term for my artistic conception, that surrealism based on symbols and esoteric concepts, not in the sense of magic and astrology, but in the contemplation of the truth hidden in the universal reality, not understandable to a simple layman. I try gallery owners and art dealers. Continua...

Artista figurativa ha frequentato un corso a Correggio e poi l'accademia di belle arti a Bologna di scuola libera del nudo. Ha esposto le sue opere in Italia e all'estero conseguendo premi e riconoscimenti. Continua...

Pietro Antonucci Studi artistici in Torino, Liceo Artistico e Accademia di Belle Arti corso di Decorazione con Casorati. Esordio lavorativo presso una grande agenzia di pubblicità cittadina. Esperienza in alcune realtà lavorative sempre in ambito pubblicitario e successivamente inizio dell'attività come illustratore free-lance, attività che svolgo a tutt'oggi. Ho sempre riservato uno spazio particolare alla pittura con periodi caratterizzati da alcuni temi: Piazze di Torino, Acqua, Vanitas, Natura morta. Continua...

scritto del mio lavoro Paolo Levi , Angelo Dragone, Riccardo Barletta, Giorgio Segato, Marcello Venturoli , Milena Milani, Guido Seborga, Giorgio Di Genova su Storia Dell'Arte Italiana Del'900 generazione anni trenta BORA Ho partecipato a venti biennali internazionali mostre personali Italia 25 servizio RAI TV RETE 2 e RETE 4 SUL TEMA DELLE POLENEContinua...

Biografia Vivo e lavoro in una antica cittadina della provincia pisana – Volterra Il colore e i pennelli sono le cose che uso tutti i giorni e ciò che dipingo sono tele vetro e pietra dove ogni spazio è dominato da un colore che gioca con l’incontro di realtà e immaginazione, di sogno e concretezza. Ho sempre dipinto quello che più mi da soddisfazione, scelgo i soggetti per ciò che mi rappresentano e per il piacere di dipingerli in modo personale. Diploma di Arte Applicata nel 1977 presso Istituto Statale d’Arte di Volterra .Dal 1982 ho iniziato progettando e realizzando pitture su pietra, nel 1988 ho incluso la pittura su vetro e da allora ho partecipato con miei lavori nelle varie fiere espositive nel settore dell’artigianato artistico sia in Italia che all’estero : Milano, Francoforte, Dubai, Pechino, Miami. Nell’anno 2010 e 2011 sono presente alle edizioni del Macef per promuovere la pittura del vetro all’interno del consorzio CASA ITALIA. 2010-mostra personale a Volterra 2011-personale a Marina di Castagneto Carducci ( LI ) 2012-collettiva a Lecce presso la galleria ”3dgalleryram“- a Bergamo presso “New Artemisia Gallery 2013- Collettiva a Roma presso la Galleria “Domus Talenti”- a Volterra presso “Volterra in Cornice 2013”- a Bologna presso la Galleria Wikiarte ,-Partecipazione al 1° premio “ Flyenergia 2013” con esposizione di opere presso sito web Galleria Deodato di Milano-al premio ” Combat Price “ Museo Fattori di Livorno - al “ Premio Internazionale per la Pace nell’Arte G.O.M.P.A” con esposizione opera presso Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Monreale (Pa) -Mostra personale...Continua...

Sergio Ceccarani è un artista dal talento raffinato che riesce ad esprimere su tela o su legno il suo mondo interiore .Le sue opere sono estremamente interessanti e di non facile interpretazione.L'arte di Ceccarani segue uno stile particolarmente originale e rappresenta un modo per rompere il silenzio:le sue opere ci trascinano un mondo in cui la natura si fonde con l'essere.Questo pittore riesce non solo ad esprimere le sue emozioni,ma anche a provocarle:i suoi quadri sono di una bellezza misteriosa che induce a una riflessione profonda.Quella di Sergio Ceccarani,in bilico tra figurativo e astratto,è un arte che sorprende,capace di calarci in un mondo e uscirne con una visione diversa.Un universo magico che si materializza su tela,proiezioni,pensieri che si traducono in colori.Le tematiche affrontate nei suoi lavori sono testimonianze di un animo sognante e,facendo un parallelismo ideale il mondo pittorico di Marc Chagall,ci conducono in un percorso al di fuori del tempo e della dimensione reale per condurci in un mondo fatto di poesia. Sandro Serrsdifalco Continua...

Nato a Belmonte Piceno il 12/11/1955,ha conseguito il diploma di Maturità d’Arte Applicata all’Istituto d’Arte di Fermo e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Macerata sezione Scenografia. Attualmente è insegnante di disegno e storia dell’arte nelle scuole superiori. Tra le attività espositive annovera una mostra del 1982 a Lucerna con presentazione di Remo Brindisi e varie altre iniziative relative a quel periodo. Da sempre i suoi interessi sono confluiti intorno alle problematiche estetiche e contenutistiche del contemporaneo con attenzione alle recenti linee di percorso artistico e filosofico. Nella attività artistica degli ultimi anni annovera la collaborazione con la galleria“AntonioBattaglia”di Milano ed altre istituzioni culturali della città..Nel 1999 ha presentato I suoi lavori presso Bertrand Kass di Innsbruck ed ultimamente ha tenuto una ampia personale al Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno.Premiato al concorso “Lorenzo Lotto”di Monte S.Giusto sia per la pittura che per la grafica, premiato al “Portella”2002 e premio al “Trofeo Brera 2000” di Milano. Ha partecipato all’iniziativa “The Bride to Peace”ad opera del consolato italiano ad Istanbul. Nel 2015 è stato selezionato dalla rivista inglese Aesthetica Art per i “100 Contemporary Artists 2015” I significati della sua poetica sono ben espressi da questo recente brano critico: “…..La decorazione nella ripetizione dei segni, nella loro insistenza, assolutezza ed inutilità, si presenta come un gioco che per Sanguigni spesso scaturisce dal farsi laterale dell’immagine, dal suo fingere assenza. È questa una logica obliqua del dettaglio riscontrabile...Continua...

Sono nata a Pisa, mi sono trasferita a Torino in giovanissima età e ora vivo in un piccolo paese, Pianezza, poco distante dal capoluogo piemontese. Mi sono avvicinata al mondo della pittura da soli quindici anni, ma, secondo i critici che hanno recensito alcune delle mie opere, “in me c’era un piccolo granello dell’ispirazione artistica già da molto tempo”. Ho lavorato per trent’anni con mio marito e a un certo punto ho deciso che era giunto il momento di dedicarmi ad altro. Per puro caso ho frequentato un corso di pittura ed è stato allora che ho iniziato a dipingere. Mi ricordo ancora con emozione la prima volta che ho comprato dei pennelli e dei colori: tutto era nuovo per me, ma credo di avere sentito fin da subito una forte carica e una grande passione. I colori per me erano vita!. Il giallo, il rosso, il verde, il blu, l’arancione, il viola, e tutte le varie sfumature della mia tavolozza.. mi facevano sognare!. Così ho capito con gran meraviglia che attraverso il colore, potevo esprimere i miei sentimenti: di fronte alla mia tela entro magicamente in un modo incantato. Dopo questo primo approccio, ho voluto approfondire questa mia nuova passione: ho preso lezioni private da una giovane magnifica artista, Milena Casale, che ha saputo comprendermi fin da subito e mi ha aiutato ad acquisire importanti nozioni tecniche. Inizialmente mi sono ispirata a Claude Monet, poi nel corso degli anni ho cominciato a elaborare un mio stile personale che, attraverso l’utilizzo del colore, mi permette di esprimere tutto il mio amore per la vita. Continua...

Laureata all'Accademia di belle Arti in Arte sacra e attualmente frequentante il biennio specialistico nello stesso indirizzo. Mistra internazionale d'Arte Milano, Palazzo del Verme a cura di EA editore, Palermo, (Vittorio Sgarbi). Mostra "Eccellenze Museali" Monreale a cura di EA Editore Palermo. Sito on line in lavorazione.Continua...

Sono nata a Settimo Torinese il 15/ 05/1965. Vivo ed opero a Sanremo . Mi sono formata alla scuola d'arte del maestro Angelo Oggioni, arista dalle molteplici tecniche artistiche. Mostre personali : Castello dell' Annunziata a Ventimiglia, Circolo artistico a Sanremo, Villa Boselli ad Arma di Taggia, Galleria d' Arte " Il Crocicchio " a Sanremo, Galleria d'arte "Arte e metamorfosi" a Reggio Emilia, Bibliotec civica a Sanremo.Continua...

Nato a Trieste nel 1952. Artista prolifico e poliedrico, Conestabo ha introiettato le lezioni e le esperienze dei Maestri della Storia dell’Arte, per poi far germogliare un personale linguaggio che prende le distanze da stereotipi e dejà vu. È capace, come Cézanne di ricondurre la natura al rigore di algidi rapporti volumetrici, per poi sovvertire lo spazio cromatico con la scabrosità di un segno tormentato e guizzante. Le sue opere ripropongono il sincretismo delle umane percezioni: non sono semplici superfici, ma sedimentazioni di piani ed emozioni, sofferte liaisons di materia, segno e colore. Tra campiture incise e graffiate, i repentini cambiamenti di stile, come sbalzi umorali, sollecitano i nostri sensi ed abbattono confini e riserve. Continua...

Grande abilità tecnico-formale, raffinata eleganza del tratto ed estrema gradevolezza cromatica, oltre a una serena e delicata vena poetica. Sono le caratteristiche peculiari di un’artista giovane ma già affermata e avviata, a passo di carica, sulla via del successo nel campo della pittura. Stiamo parlando di Olena Khudoley, originaria di Sumy in Ucraina, dove è nata il 30 aprile 1977 da una famiglia di artisti, una pittrice che ha saputo amalgamare nel modo migliore una forte predisposizione all’arte e alla bellezza, riscoperta soprattutto da quando aveva 12 anni, con uno studio serio e puntiglioso, perfezionatosi prima in una scuola d’arte in Ucraina, frequentata per quattro anni, e poi dal 2009 presso la scuola di disegno e pittura “Bottega dell’Arte” e dal 2015 insegnante d'arte peso "Bottega dell'Arte" . Continua...

E' nata nel '54 a Catania dove vive ed opera, ha conseguito il diploma presso il Liceo Artistico e la Specializzazione in pittura presso l'Accademia Belle Arti Catania. Ha svolto intensa attività artistica partecipando a rassegne nel territorio e aderendo a selezionati inviti in Italia e all'estero, tra i quali: Maggio 95 Arte Grafica, Comune di Brisighella Maggio 96 Cultura Umanità e Territorio, Lions Club Adrano Dicembre 96 Barocco in Sicilia, Mostra Itinerante Ginnasio Noto Febbraio 97 Arte in Arte tra figurativo e informale, Il Cortile Catania Maggio 97 Expo Roma, Arte Contemporanea Maggio 97 Giardini della Solfatara, Roma Giugno 97 yo Artisti -per il Circo Chirìzie, Arte Gilda Roma Settembre 97 Expo Palermo, Arte Contemporanea Settembre 97 Universiadi Chiesa dei Benedettini, Catania Settembre 97 Nuova Sede Settimanale ECO, Basilea Gennaio 98 Keller Galene, Zurich Settembre 98 Sala Comunale Bergoite Kon, Ziirich Gennaio 99 Galleria Arte Club, Catania Marzo 99 Galleria Comunale, S. Agata Li Battiati CT Giugno 99 Cinque Artisti Siciliani per Miss Italia nel Mondo, Hotel Hilton Dusseldorf Giugno 99 Vito's Biergarten Meerbusch, Germania Agosto 99 Galleria Boeri, Salsomaggiore Terme PR Novembre 99 41°Incontro con la pittura, Comune di Mascalucia CT Gennaio 2000 Villa Leonardi, Francoforte Agosto 2001 Galleria Boeri, Salsomaggiore Terme PR Febbraio 2003 Chiesa Mater Misericordiae, Palermo Dicembre 2004 Autotipie - Chiesa di San Cataldo, Palermo Marzo 2005 Scuola Siciliana Caveau La Rose, Zurigo Febbraio 2009 Mostra Art Raw Gallery, New York Aprile 2009 Mostra Internazionale 2009, Torino Giugno 2009 Galleria Cassiopea,...Continua...

nata: Novara, Italia, 1976 formazione: il mio percorso artistico ha toccato nel tempo la musica, il teatro, il teatro di strada, le marionette. Tutto quanto appreso con queste esperienze confluisce oggi nei miei lavori. Ho appreso le prime nozioni di pittura con l'artista portoghese Sofia Freire de Andrade, arricchendole in seguito grazie agli apporti del pittore argentino Matias Montero Lacasa e della pittrice portoghese Susana Dias. Nel corso degli anni tutti gli incontri artistici fatti grazie all'arte e ai viaggi hanno contribuito alla mia formazione pittorica sia in termini tecnici che estetici. La ricerca continua oggi come autodidatta. vita e lavoro: ovunque. Spesso a Lisbona e Pragança, Portogallo. mostre / progetti: - Lug. 2016: Paratissima Lisbona, PT - Giu. 2016: Collettiva. Azores Fringe Festival. Madalena, Açores, Portogallo. - Giu. 2016: "Contorte Attese" Personale presso Fábrica Braço de Prata, Lisbona, PT - Apr. 2016: Residenza Artistica sovvenzionata da e presso il Centro Internazionale d'Arte Glo'Art - Lanaken, Belgio. - Giu. 2015: Collettiva. Azores Fringe Festival. Madalena, Açores, Portogallo. - Feb. 2015: "Tonalidades", residenza artistica. Live performance. Museu do Pico, Açores, Portogallo. - Gen. - mar. 2014: "Travelwithart". Scambio d'arte in Cile, Argentina e Peru. - Dic. 2013: de 5 a 50: mostra collettiva. Chiado, Lisbona, Portogallo. Continua...

Biografia Vivo a Verbania e qui sono nata il 16 Dicembre 1953 Per motivi diversi non ho potuto frequentare studi artistici specifici, la creatività mi ha permesso, comunque, di percorrere sentieri diversi, fino a stimolarmi ad iscrivermi nell’ottobre 2008 ad un corso di pittura ad olio organizzato da un’associazione artistica operante nella mia città da diversi anni. Da quel giorno mi sembra di avere sempre avuto il pennello tra le dita. Ora non potrei fare a meno di dipingere. Vivo la pittura come una “grancassa” comunicativa, una rappresentazione visiva di sensazioni, d’emozioni ed anche a volte, come un volano che mi accorda l’opportunità di esprimere i miei stati d’animo rispetto a tutto ciò che mi circonda. C’è una citazione di un grande della pittura, Vincent Van Gogh, che mi sento cucita addosso: “...il pennello sta alla pittura come l’archetto sta al violino; per unico mio diletto”. Continua...

Avviato sperimentatore di una visione dell'arte che viene da lontano e che ha nel modo di operare ancora una capacitativa e geniale interpretazione dando corso ad una cultura non spenta quindi viva ed intuitiva,determinatasi tra vuoto e pieno, tra positivo e negativo... (Prof.G.Martina) "Le impressioni fotografiche di Gianluca Vetrugno sono poesie visive,traccie di un mondo alla rovescia in cui il gioco del rimpiattino tra luce e opacità,tra chiaro e scuro, tra pieno e vuoto,anima composizioni equilibrate,dove un sottile fascino astratto serpeggia nella figurazione visiva e si impone con grazia guidando l'occhio alla scoperta di una espressività alta,di una vocazione all'immagine che trascende la forma per sublimarla e ricondurla alla sua essenza primaria." (Artitalia Edizioni) Alcune mostre : 2011 -12 -13 Architetti in Arte - Castello Carlo V Lecce 2014 - 2015 personali presso Galleria Maccagnani Lecce 2015 - 2016 collettive internazionali presso Royal Opera Arcade Londra 2016 finalista premio Marchionni presso il Museo Magmma di arte moderna - Villacidro CagliariContinua...

Nel 2016 si chiude il primo ciclo artistico di Giusy Lauriola iniziato nel 2004 con un progetto che toccava il tema dell’indifferenza al dolore degli altri e concluso con l'introduzione nelle sue opere delle ali, simboli delle nostre aspirazioni e del nostro mondo interiore. Dodici sono gli anni trascorsi. Dal 2004 a oggi l’artista ha indagato questioni quali la guerra con il progetto Cambialamore, con il quale è stata invitata come ospite d’onore al festival internazionale di Lodz in Polonia. In seguito la presa di coscienza del reale viene rielaborata in una dimensione altra, a volte onirica con la particolare prospettiva di un’utopia giudicata possibile: la bellezza, l’arte, possono ri-costruire la realtà e liberarci da tanti orrori interiori ed esteriori. Il lavoro che segue è la ricerca del divino nel quotidiano: la lotta tra Illuminazione e Oscurità, D.I.O., esposto a Roma, a Montecarlo e a Capalbio e il suo video selezionato per Premio Celeste. Al ritorno da un viaggio in Burkina Faso nasce una visione frammentaria, simile a un flash, che sintetizza souvenir di viaggio, momenti del presente e ricordi. Il suo sguardo, poi, cambia. La tecnica pittorica è arricchita dalla resina e i nuovi lavori raccontano ciò che l’artista vede, ascolta camminando per la città. Con queste opere è stata invitata in Siria con una mostra personale a Damasco e a partecipare a un simposio internazionale d’arte. Nei lavori seguenti la nuova percezione è sospesa, contemplata e colorata. Si scorgono ali, misteriosamente appoggiate sui viandanti, quali simboli delle nostre timide e colorate aspirazioni. L’artista crea in queste opere due strati, la tela e il plexiglass,...Continua...

Mauro De Giorgi is an international artist whose works have been displayed in Italy (Venice Biennale), United Kingdom (London), Japan (Tokyo) and now Singapore, where he currently resides. Mauro has been always fascinated by Asian and Japanese aesthetics, and has been painting since he was a child. In 2010 he moved to London, where he also kept producing and displaying his own artwork at various London galleries and across Europe (Italy, France). In 2015 he was selected by the Benetton Art Foundation to exhibit at the Venice Biennale. One of his artworks has been published in Benetton Collection book ‘Preastigium’. Later the same year he moved to Tokyo (Japan) in order to carry out and extend his research into Japanese aesthetics and art, working with various Japanese artists including well-known sumimaster ShukouTsuchiya, and exhibiting across Tokyo. One of his artworks was sold to international jazz singer Aki Yashiro. Mauro’s practice of art is a constant attempt to achieve balance and purity through a minimal yet creative approach which also includes ancient techniques such as sumi (calligraphy ink), gyotaku (fish printing) and iwaenogu (mineral pigments). He has also worked as a creative for brands such as Michelin, L’Oreal, FIAT and Nestle’.Continua...

Luisa Fabris è nata a Treviso nel 1974. 1998 Diploma Accademia di Belle Arti di Venezia, tesi in Tecniche grafico-pittoriche, Pittura. 1999 residenza/premio/stage Antichi guardiani alle soglie del cielo con Antonio Utili, Vallette di Ostellato, Ferrara, Parco Regionale del delta del Po, PAL LEADER II, Europa Unita, Regione Emilia Romagna, Consorzio Parco Regionale del Po, Gruppo Azione Locale Delta 2000, Associazione Giovani Artisti Italiani, comune di Mesola, comune di Ostellato, comune di Ferrara, Istituto d'Arte Dosso Dossi l.r., Unità operativa giovani, CED, Cassa di Risparmio di Ferrara 2002 residenza/scambio culturale Italia-Australia, Nino Sanciolo Prize, College of de Arts di Melbourne affiliato alla University of Melbourne, Centro per la Cultura e le Arti Visive Le Venezie, Treviso, Istituto italiano di Cultura di Melbourne, VCA di Melbourne 2016 Relazione: Nuove tendenze nell'arte contemporanea in Italia, tra arte partecipativa, partecipata ed empatica, INTERSECTIONS  Italy in Music, Art, Literature and Cinema 2 e 5 Giugno 2016, FIRENZE THIS EVENT IS SPONSORED BY: N.E.V.I.S. (New Echoes and Voices in Italian Studies), NeMLA (North East Modern Language Association), GEORGETOWN UNIVERSITY, CALIFORNIA STATE UNIVERSITY, Chico, THE COLLEGE OF NEW JERSEY'S SCHOOL OF HUMANITIES AND SOCIAL SCIENCES, BOISE STATE UNIVERSITY  (vedi 2014) Le macchie dell'Anima e il donoxdono Arte Empatica Art'Asia, Vicenza, 6 Marzo 2015 EXPO 2015 a Treviso Nutrimenti d'Arte , Convivio d'Arte 13 giugno Il tavolo del Mangia, donoxdono, Villa Fanna Roncoroni Studio Aperto di Maria Pia Fanna Roncoroni Biennale del Libro d'Artista, E' arrivato l'Ambasciatore,...Continua...

Roberto Gotta è nato a Neully-sur-Seine, Parigi, e vive tra Milano e la Maremma. Musicista jazz e restauratore, si definisce un artigiano. La sua ricerca inizia con composizioni - quadri e sculture - di oggetti e materiali che nella vita quotidiana buttiamo via: dalla plastica alle lampadine, dalle ceramiche alle stoffe, dai cd ai giocattoli. In un secondo filone di ricerca si è concentrato sulla trasformazione degli scarti di legno e di metallo: pannelli di mobili e legni levigati restituiti dal mare; catene di bicicletta, bulloni, spirali elettriche, componenti elettroniche. ESPOSIZIONI. Milano: Fiera ecosostenibile Fa’ la cosa giusta!, Galleria Tallulah, Officina Coviello, Studio Tadini; in vendita nei negozi di design e arredo: Mauro Bolognesi e Slobs Casa. Firenze: RiartEco, 2009; Fiera di Scandicci, 2010; Sorano: Collettiva internazionale d’arte contemporanea Il Cortilone, 2009. Pitigliano: Strade Bianche, 2010; Grosseto: Galleria Eventi, Rosso&Vino, 2011, 2014; Manciano: Le Stanze, Vivamus (2009-2015). Scansano: Spazio Marconi, 2016. Ha partecipato alle edizioni 2014 e 2015 di “La città visibile” di Grosseto e all’edizione 2015 dell’International Art Prize “Primal Energy” di Orbetello. Le sue opere sono selezionate nelle aste di Basezero. Continua...

figurativo realismo misurato-frequentato istituto darte..accademico.honoris causa--opere personali simbolismo moderno.. - ritrattista -motto.. senza disegno non puo esserci buona pittura-Continua...

Maria Grazia Ruggiu Biografia E’ nata a Nuoro,nel cuore della Sardegna. Nell’Acquarello ha trovato modo di esprimersi spingendosi a perfezionare la tecnica e lo stile a lei piu’ congeniale per la sua trasparenza ed immediatezza. La passione per la pittura la spinta a sperimentare su diversi supporti,con soddisfazioni e riconoscimenti della critica. Ha partecipato a numerose collettive e personali di pittura,molti sono gli attestati e premi ricevuti nel corso del tempo. Ultime mostre ,La Triennale Dell’Arte Contemporanea,Premio Arte Novara, Premio Internazionale di Arte Contemporanea,Palma D’Oro Montecarlo,Premio Leonardo da Vinci, For Art Maestri Museo Mit,Premio Grande Maestro,Premio Internazionale D’Arte Salvador Dali’Parigi.Numerose sono le recensioni che premiano la sua Arte. Acquarelli di Maria Grazia Ruggiu contemplano oggettualità ed espressione nel contempo, perché l’Artista elegge a soggetti dei suoi lavori forme della realtà che manifestano sottilmente e velatamente aspetti della sua personalità segreta, apparentemente inibita dalla reattività agli eventi e alla società generale e più prossima. Infatti la morfologia del soggetto vegetale, a fiori, foglie e steli mostra direttrici compositive intersecate, centrifughe, quasi gestuali, nell’espandersi a raggiera verso un esterno che si proietta all’infinito, metafora inconscia di un bisogno di fuga, di liberazione, alla ricerca di regioni dello spirito infinitamente ampie e disinibitorie, in cui la realtà non sia condizionante e, dunque, anche frustrante. Ciò trova conferma nella ragazza serfista, proiettata all’esterno con la punta della "tavola", ma impedita dall’andamento...Continua...

Economista fotografa. Pure photographer non utilizzo ritocchi lavoro per cercare immagini che rimandino ad un principio primo, qualcosa che il tempo non intacca. Stampo su materiali diversi.Continua...

MOSTRE PITTORICHE Finalista LIBERinARTE – in Mostra con un suo quadro in Provincia di Rieti 05/04/2009. • In mostra al Liceo Plauto di Roma con alcuni suoi quadri presso i locali della scuola anni :1995 -1996- 1997-1998 -1999. • E’ stata in Mostra con un suo quadro dal 10.09.2011 al 17.09.11 -Rocco Basciano Art Gallery Via Cascina Barocco, 10 Milano (MM1 Bisceglie). • E’ stata in Mostra con un suo quadro dal 17.11.2011 al 19.11.2011 – presso l'Associazione Circuiti Dinamici Spazio 2 | Via Giovanola, 19/c Milano [MM2 Abbiategrasso] • E’ stata in Mostra con un suo quadro dal 14.1.2012 al 28.1.2012 - presso la Galleria L'Acanto Via Enrico Nöe, 33 Milano [MM2 Piola]. • In gara con una sua fotografia al Contest lumix life style 2011. • Ha partecipato al concorso fotografico “OBBBIETTIVO ROMA” I°ed.-2011-Pro Loco di Roma. Ed è presente nel Calendario nella copertina. • Ha partecipato su Arte per passione con l’opera “Biciclettando” per il MTB ORIENTEERING -2010- Il tema era la creazione del poster ufficiale del Mondiale assoluto di Mountain Bike Orienteering, previsto in Italia nel mese di agosto 2011. • Sta partecipando al concorso Arbre Magique- 2011 con tre idee grafiche per il noto alberello-2011 • E’ Stata presente in Mostra con una sua fotografia da Sabatini -via Germanico 168/a - Roma. Dal 21.12.2011 al 13.1.2012 per il Contest di Radio Rock e Sabatini. • E’ stata in Mostra con un suo quadro il 17.03.2012 Auditorium PIME Milano - L'Associazione Polimnia, in collaborazione con il Centro Missionario P.I.M.E. di Milano in tale data ha presentato un Concerto di Primavera dove il ricavato è stato devoluto a sostegno dello sviluppo...Continua...

BIOGRAFIA Maurizio Cofini, nato nel 1956, vive e lavora a Roma. Dopo una prima fase amatoriale che lo vede partecipe e vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, si fa sempre più chiara in lui la consapevolezza di svolgere, tessera dopo tessera, una ricerca precisa. Rivolge la sua attenzione alla sperimentazione, toccando diversi settori della fotografia applicata al teatro e al reportage. L’incontro con Franco Fontana imprimerà una svolta al suo percorso fotografico. La sua ricerca artistica rifugge e scantona dalle categorie e dalla tentazione del “bello”, ma indaga le marginalità fin dentro le ragioni più intime della loro essenza. Attualmente Cofini analizza e unisce diversi elementi del mondo reale in unico scatto sovrapponendo così il vero con l’astratto. Dei suoi lavori sono state allestite molteplici mostre a Roma con il patrocinio dei Beni Culturali. Tra le ultime proposte all’estero quella presso la Agora Gallery di New York “Altered States of Reality” (2012) e quella a Casa Italia di Hanoi “Italia-Vietnam: Colori distanti” (2014). Le sue opere sono presenti permanentemente presso il Teatro Quirino di Roma. Di Cofini sono stati pubblicati tre libri fotografici “Mosaico d’immagini – Vietnam e Angkor” (2010), “La mia Asia” (2015) e “Nepal InTrasformAzione” (2016). RECENSIONI Immagini che scaldano il cuore. E illuminano la mente. Perché viaggiare non è soltanto “cambiare cielo”, ma è anche guardarsi dentro, in profondità. E saper fermare, per chi ha la fortuna di essere un artista delle immagini, quell’attimo magico che senza parole racconta moltissimo. Cofini non scatta fotografie spingendo...Continua...

Nati a nola il 11/12/1948 vivo tra Milano e Pantelleria Continua...

Ritrattista, Paesaggista, Decoratore Iperrealista Diplomato all'Istituto Stalale D'Arte Salvatore Fiume di Comiso (Rg) Ho realizzato 3 mie personali e partecipato a delle collettive in Italia.Continua...

Luisa Conte è nata a Rivoli in provincia di Torino, dove tutt’ora risiede. Ha studiato pittura sotto la guida di insegnanti privati ed ha esposto in molte mostre personali e collettive, tra le quali ricordiamo: Castello di Cisterna d’Asti, Alassio, Sanremo, Tesoriera di Torino, Firenze, Palazzo Piozzo di Rosignano e museo Casa del Conte Verde a Rivoli, Milano, Genova, Venezia, Verona, Roma, Palermo, Lecce, Volterra, Firenze, Udine, Società Promotrice delle Belle Arti a Torino; ed all’estero: Nizza, Parigi, Bruxelles, Bruges, Roses, Londra, Amsterdam. Nel 2007 è stata selezionata dall’Ambasciata di Costa Rica presso il Quirinale e dal Museo di Arte Contemporanea Italiana in America per l’inserimento di una sua opera nel catalogo presentato alla 52ª Esposizione Internazionale d’Arte, la Biennale di Venezia, presso l’Ateneo Veneto. Ha conseguito svariati premi sia in Italia che all’estero tra i quali il premio della giuria al concorso internazionale “Città di Tokyo”. Le sue opere sono custodite in Musei e collezioni private. È stata recensita dalla stampa specializzata con testimonianze di Paolo Levi, Clizia Orlando, Giorgia Cassini, Joan Lluis Montanè, Josè Van Roy Dalì, Antonio Carena, Salvatore Russo, Anna Biondolillo, Bruna Bertolo e molti altri.Ha insegnato pittura e tecniche artistiche per alcuni anni presso il suo laboratorio. Nel 2011 è stato pubblicato il suo libro “Storia di un amore senza fine”, a cura della Casa Editrice “L’autore Libri Firenze”, dedicato alla gatta Camilla ed illustrato con 40 acquerelli .Continua...

Ho incontrato l'arte (la pittura) in avanti nell'età quando con mio nipote piu' comincio' a piacere anche a me. E cosi' abbiamo iniziato a scarabocchiare fogli su fogli., a lui piaceva, ma devo dire che minciato a sperimentare un po' di tutto, passando dalla matita al pastello, alla biro, ai pennarelli, all'acquarello e via via fino a giungere all'olio. Peccato che il piccolo poi mi abbia abbandonato. Poi eccomi qui, giovane nonno a cominciare qualche cosa di nuovo, che mi appassionava ma che non conoscevo. Sono bravo? Non lo so, ma quello che faccio mi piace, mi appassiona, mi rilassa e spesso piace anche agli altri e per questo merita di continuare. Cosa faccio, anche questo non lo so, o meglio, faccio quello che mi piace, che mi ispira, che per me e' bello, insomma sono diversi i temi che cerco di perseguire dai paesaggi agli astratti, dall'olio alla grafica digitale, sempre cercando di trasmettere le stesse emozioni che sento dentro di me. Altri dicono che le mie opere cadono nell'impressionismo, nel surrealismo, nella metafisica, non lo so sono contento che se ne parli ciò significa che qualche cosa sto lasciando. Il mio motto? "Sono cosi' avanti che se mi guardo indietro vedo il futuro" (anonimo?) Ciao a tutti Giovanni Secondo alla Biennale di Faenza 2014 Primo alla Biennale di Faenza 2016 Continua...

Alessandra Bisi nasce a Milano nel 1965. Frequenta il Liceo Artistico Hayech e successivamente si diploma in pittura all’ Accademia di Belle Arti di Brera.(Milano). In seguito partecipa ad un corso biennale di design presso l’ Istituto di Arti e Scienze della Comunicazione (Milano). Dal 1987 al 1997compie numerosi viaggi per conoscere altre culture.in India, Indonesia, Africa, Medioriente, America Centrale. Hanno suscitato particolare interesse le esposizioni personali:nel 1995 a Rabat (Marocco),in una grande sala del Palazzo di Re Hassan II:nel 1997 al Cinema Anteo a Milano,nel 1998 alla Galleria Meridiana di Piacenza;nel 2000 allo Spazio Pestalozzi a Milano;nel 2002 allo Studio Due di Venezia ;nel 2003 espone alla Limonaia di Villa Rusconi a Castano Primo;nel 2004 a il Circolo di Desio;nel 2005 allo Spazio Groff&C.di Milano. 2005 -Personale Spazio Groff Fondazione Manfredi-2995 Personale sede del Liceo Artistico dando vita ad un laboratorio.-2007-Personale Biblioteca Farnese di Piacenza-2009-Personale 'Reale e irreale' Spazio Pestalozzi Milano-2011 'De Rerum Natura' Ciclo esposto in Personale Fondazione Manfredi-2015-Personale 'Astratto Concretoì Galleria Transvisionismo Castell' Arquato.2016-Personale Sala Consiliare Comune di Cernusco sul Naviglio-2016 Personale negli Spazi di Executive Service a Milano Collettive 1999-Youvenal Center NY-2001-Galleria Kaas Innsbruck Austria-2002 Chiesa di S.Zenone a Venezia-2002 Altofonte in Sicilia 'Arti e Mestieri Conca d' Oro-2003-Ufficio del Turismo a Milano con 'Arte da Mangiare-2013-Art Fair NY-2013-Installazione Palazzo Isimbardi a Milano-2013-Chiostri Umanitaria a Milano-2013-Rassegna'Alchimia' presso il Palazzo Ducale...Continua...

Nel campo dell’arte pittorica, Amelia Romeo (nome per esteso: Genoveffa Grazia Amelia Romeo) è autodidatta e, persegue, perciò e forse proprio per questo, con costanza un suo stile che volutamente non si coniuga con alcuno degli stili correnti. Nel tempo, e a partire dal 1989-90, ha esposto e continua ad esporre in molte ed importanti gallerie con personali e collettive, ottenendo vari riconoscimenti (vedi esposizioni e premi sul sito www.gameliaromeo.it +altri. Per questa ragione, è autrice ed ha pubblicato un manifesto artistico denominato : “METAINTERALUX”. IL MANIFESTO è venuto alla luce il 15 settembre 2007, è stato registrato presso il Ministero dei Beni e le Attività Culturali. Servizio per il Diritto d'Autore il 27 marzo 2008 al n. 048291. Continua...

Valter Fiorani nasce il 28 ottobre 1953 a Faenza, dal 1963 all’età di 10 anni frequenta la scuola di disegno”Tommaso Minardi“di FAENZA con Maestri quali GAETA, MATTEUCCI, SAVIOTTI dove per 3 anni studia disegno a matita, copia dal vero,composizione geometrica, pittura e plastica ceramica. Contemporaneamente studia musica e chitarra da autodidatta Nel 1963 terminato il corso di disegno, all’età di 13 anni fonda la sua prima band Dal 1969 musicista professionista in orchestre da ballo, night, spettacolo etc. Nel 1974 si iscrive alla Facoltà di Architettura in Firenze Nel 1978 affascinato dalla metafisica e dal surrealismo in particolare da Dalì inizia a dipingere ad olio su fondi sabbiati, donne-manichino in ambientazioni futuristiche nello stesso anno compare su un catalogo d’arte e partecipa alle prime collettive e incontra i primi riconoscimenti. Nel 1981 inizia a collaborare con studi grafici Nel 1984 frequenta un corso di grafica pubblicitaria e illustrazione Dal 1981 al 1998 Ha lavorato come grafico come free lance ed all’interno di agenzie pubblicitarie. Lavorando a stretto contatto con illustratori ha imparato a conoscere l’aerografo e le sue potenzialità, mezzo che usa attualmente per la realizzazione delle sue opere. Dal 2002 lavora esclusivamente con l’Aerografo Continua...

Paola Boni nasce a Colorno (Pr) dove vive e opera. Ha conseguito la laurea in economia e commercio, e lavora nell’azienda del padre. Pittrice autodidatta. Si avvicina alla pittura a pastello grazie al libro “Painting animals that touch heart” di Lesley Harrison.  Approfondisce la tecnica a olio presso lo studio del pittore Mallia. Si appassiona alla resa meticolosa del dettaglio e scopre nell’olio un mezzo in grado di soddisfare le sue esigenze. È tuttavia alla continua ricerca di nuove tecniche per rendere sempre più iperrealisti i suoi oggetti, sperimentando nuove possibilità di realizzazioni bidimensionali e tridimensionali. L’arte di Paola Boni è l’esatto punto d’incontro fra la Pop art e l’Iperrealismo. La freddezza artistica è mitigata dall’uso del fumetto, di chiara ascendenza Pop, e dall’ironia della rappresentazione che ne deriva. Si tratta di un umorismo divertito e divertente. L’artista, rielabora in modo personale gli oggetti reali che accostati prendono vita insieme ai personaggi fantastici attraverso uno stile grafico che rimanda a patinate immagini pubblicitarieContinua...

Mostra Personale, Siniscola 1986; Collocazione Scultura, Siniscola, 1989; Appalto-Concorso abbellimento Palazzo di Giustizia di Cagliari, 1993; Mostra personale Camera del Lavoro, Alessandria 1993; Mostra personale per il Comune di Genova, 1994; Mostra personale Citibank, Milano 1994; Partecipazione a Miart, Milano 1994; Collettiva presso la D'Ars, Milano 1994; Collettiva nella Torre del Comune di Portovenere, 1994; Collettiva Buon Compleanno TV mostra itinerante, 1995; Collettiva le Ali del Leone, Venezia 1995; Personale Forte Crest Agip S. Donato Milanese, 1995; Collettiva di piccola scultura Artestruktura, Omegna 1996; Collettiva Grandi Opere Citibank, Milano 1996; Collettiva Camera del Lavoro, Alessandria 1996; Collettiva Palazzo della Provincia di Asti, 1996; Personale Sede de Il Resto del Carlino, 1996; Collettiva di piccola scultura Artestruktura, Trieste 1996; Personale Sede della Banca Popolare del Materano, Matera 1996; Rassegna Internazionale di scultura città di Avellino, 1996; Collettiva Internazionale di Scultura Olva, Alessandria 1996; Collettiva itinerante Aria, Milano 1997; Collettiva itinerante Aria, Bologna 1997; Collettiva itinerante Aria, New York 1997; Mostra Internazionale di scultura Città di Acqui Terme, 1997; Mostra 100 x 100 x Artestruktura Villa Ormond, Città di San Remo 1997; Collettiva Itinerante Aria, San Francisco 1997; Mostra di pittura e scultura Verso l'arte costruita, patrocinio Città di Alessandria, 1997; Mostra di scultura, Città di Ovada 1997; Mostra di scultura Museo Pagani, Castellanza (Varese) 1997. Dal 1997 ad oggi ha realizzato varie sculture di cui due opere monumentali permanenti nei Comuni di...Continua...

Christian Costa nasce a Cuneo nel 1976. Si laurea in Belle Arti all’Accademia Albertina di Torino, con il massimo della qualificazione e lode in Scultura. Segue i corsi di dottorato in scultura presso il Dipartimento di Scultura della Facoltà di Belle Arti dell’Università di Vigo, ottenendo nell’anno accademico 2003-2004 il titolo DEA (Diploma de Estudios Avanzados) presentando la tesina: “Los problemas de ficción en Pirandello, Fontana y Penone”. Inizia la sua attività espositiva nell’anno 1997 e da allora a oggi ha proposto ed esposto la sua arte oltre che in diverse città italiane, in Spagna (Madrid, Barcellona, La Coruña, Santiago de Compostela), Romania (Bucarest, Carei), Repubblica Ceca (Praga), Danimarca (Copenhagen), USA (Chicago) e Londra (UK).Continua...

Residente a Negrar, in provincia di Verona, fin da giovane ha iniziato dipingendo “nature morte” di cui conserva ancora le opere. L’interesse e l’amore per l’Arte, la portano negli anni a seguire, a frequentare i corsi liberi all’Accademia Cignaroli di Verona ,dedicando tutta la sua vita alle passioni della pittura e della moda. Predilige e si cimenta nelle tecniche del “realismo” e dei ritratti, specialmente a sfondo etnico, senza tralasciare l’amore per i pittori francesi e olandesi quali Renoir e Wermeer, dei quali dipinge copie di loro quadri famosi. Amante della moda, per professione, si esprime nel figurinismo su tela, dipingendo sfilate e creazioni sartoriali. Negli ultimi anni, con quadri premiati in alcuni concorsi nazionali e internazionali, esplora con successo la “realtà fotografica pittorica” e “l’iperrealismo” non freddi e asettici, ma ricchi sia di luci e ombre, così come di velature e passaggi tonali, dimostrando una notevole capacità analitica e soprattutto una maestria squisitamente pittorica. Riconoscimenti artistici Concorso Internazionale d’Arte Milano 2012 – Galleria Eustacchi 5° classificato Concorso Internazionale d’Arte Milano 2013 – Galleria Canovi Arte riconoscimento artistico Concorso Nazionale “Emozione Natura 2013 – Galleria Eustacchi premio speciale giuria Concorso Internazionale “Valpolicella” 2013 - Verona 3° classificato Concorso Internazionale “Epifania” 2014 - Milano 3° classificato Concorso Internazionale d’Arte Milano 2014 - Galleria Eustacchi 2° classificato Concorso...Continua...

Francesco Siclari nasce a Campo Calabro (RC) il 2 luglio 1940, nel 1952 con la famiglia si trasferisce in Piemonte, alla periferia di Torino. Fin da piccolo ha un trasporto innato per la pittura. Ha sempre disegnato, poi è passato alla china, alla tempera, all’acquerello. L`olio era inaccessibile, i materiali costavano troppo. Francesco aveva ben presente i sacrifici che la famiglia faceva per mantenerlo agli studi e non avrebbe mai osato chiedere una lira per l`acquisto dei colori a olio. Un giorno, Il 2 luglio 1961, giorno del suo compleannoì, il fratello Domenico gli regala 10.000 lire. Immediatamente Francesco si reca a Torino, va al negozio `Garignani Belle Arti` in Via Lagrange, meta delle sporadiche visite in centro, dove lasciava gli occhi e il cuore attaccati alle vetrine, e questa volta entra dentro con l`emozione a mille. Acquista una cassetta a 7.200 lire. Finalmente puo dipingere a olio! Il tempo di cui dispone, dopo aver studiato, viene dedicato alla pittura a olio. Le tele dipinte sono due, tre, quattro... sette.... Un giorno Domenico, entrando nella stanza dove Francesco sta dipingendo gli dice: `Ma stai sempre a dipingere, ma fai qualche mostra!`. Non era un appunto quello del fratello, ma solo un invito a muovere i primi passi nel campo dell`arte. Francesco si iscrive al Piemonte Artistico e alla Promotrice delle Belle Arti. Partecipa alle esposizioni di entrambi gli Enti. Non condividendo i criteri di selezione, non si iscrive oltre il primo anno. È presente alle estemporanee più importanti, dove va per condividere momenti di vita pittorica con dei bravi colleghi, Mari di Milano, Castiglioni di Busto Arsizio, Mainardi di Bologna, Sollazzi di Pavia,...Continua...

Vicky Brago-Mitchell is an American fractal artist known in the 1960s as a Stanford University student who, while working as a topless dancer,[citation needed] ran for student body president. She won the preliminary election, but lost to eventual Earth Day national coordinator Denis Hayes in a two-person runoff election. She was born on September 30, 1946 in Yakima, Washington. Daughter of a Methodist minister, she grew up as Victoria Jane Bowles in small towns in Washington, Oregon and Montana. After graduating from high school she attended Stanford University as a scholarship student majoring in Spanish. In 1967 she was the first American college girl to appear nude in a campus magazine, the Stanford Chaparral (Stanford Chaparral, Spring 1967). In 1968 she began working at night as a topless dancer under the stage name Vicky Drake, and ran for student body president with a campaign poster that was a photo of herself posing nude on the Stanford Mausoleum (Stanford Alumni Magazine, September/October 1994). This story was first reported by the San Francisco Chronicle, May 1, 1968, then carried by wire services Associated Press and United Press International and published in newspapers worldwide. A feature about her titled Student Body appeared in the September 1968 edition of Playboy and was reprinted in the 1971 Playboy special edition The Youth Culture. From 1970 to 1974 she toured the United States and Japan as a stripper,[citation needed] then stayed in Japan for two years, working as a translator, photographer and English teacher. In 1977 she obtained a teaching credential from California State University, Fullerton, then worked as an elementary school teacher until...Continua...

Nato nel 74 preferisco disegnare che parlare da sempre . Cerco di trovare la mia forma espressiva attraverso la pittura con processi di sottrazioni . Mi piace affrontare il tema dal lato opposto , mi piace pensare che la pittura è una nuova possibilità di una visione reale , mi piace la sorpresa che viene , mi piace per tanti bei motivi e soprattutto mi piace per quella insoddisfazione continua che mi porta avanti nel lavoro e nel giorno . Nell'ultimo periodo sto lavorando sulla serie ADUP ( anatomia di un paesaggio ) uno studio analitico delle forme naturali , ma anche organiche ( credo ) . Continua...

Cristina Maya Caetano is Portuguese and she lives between the cities of Pinhel and Aveiro. In her oil-on-canvas she is inspired from her own poems and both were born in her heart and in her soul in a better conception than the existing reality. It is in tune with the essence of spirituality that she expresses herself using bold colors and wave forms in the breeze of her soul, in a greeting to life and to nature. What her eyes see, what her five senses feel, she analyze inwardly and in the silence of her being she create with love each work, uniquely. She works with international curators, museums and galleries and her work is published in specialized Magazines and Art books. Mentions and awards are also part of her curriculum. She participates in important international exhibitions (Spain, France, Italy, Sweden, Germany, Hungary, USA, Scotland, Portugal, Japan, Denmark, Austria, England, Switzerland, Marocco). Cristina participates in exhibitons permanent in Denmark (European Art Museum) and in Austria (MAMAG). Cristina is a writer, an artist, a poet and an illustrator. She has a degree in Regional and Urban Planning, Post-Graduation in European and Communitarian Studies and the Master Degree in African Studies. See more in www.cristina-maya-caetano.com Continua...

Luca Panucci (Monza 1991) “Vivo e lavoro a Carnate(MB), Italy Ho studiato all’Istituto d’arte di Monza successivamente ho frequentato l’Accademia di Brera(2 anni). L’approccio con il mondo dell’arte è stato sin dalla più tenera età in quanto passione indiscussa. A 17 anni l’interesse per il disegno, la fotografia e il video sono andati oltre al percorso formativo scolastico. Il mio lavoro è partito da una ricerca interna prettamente antropologica, ma strettamente personale; successivamente tramite strumenti digitali la mia visione si è espansa ad altri orizzonti. Ora lavoro su varie tematiche, principalmente sognatrici in contrapposizione con la realtà. La fantasia e l’immaginazione dormienti contro il pensiero e lo stupore della veglia.” Continua...

Clara Benedetti Orsano è nata a Romagnano (Verona) nel 1928. Scrive Franco Solmi “la sua pittura sembra dichiararsi attraverso una scoperta naturalezza d’immagine e disporsi perfino con qualche candore allo sguardo. Sarebbe però un errore scambiare per naturalismo il rimando dell’artista a motivi consueti alla tradizione del paesaggio, o per verismo certe soluzioni che restituiscono particolari individuabili in un luogo che, in questa pittura, è sempre luogo “immaginario” anche quando vi si riflette un angolo di ciò che diciamo il “reale”. Basterebbe il riferimento di Paolo Rizzi al grande filone dell’impressionismo, rivisitato alla luce dispersa ma sempre in qualche modo solenne del colorismo veneto, per togliere di mezzo ogni sospetto di acquiescenza della pittrice al cosiddetto “motivo” e per rivelare l’originalità di una sintesi che, per essere nel vivo della tradizione del nuovo, è tutt’altro che pacificante ma reca in sé il segno di insinuanti inquietudini, di una sottile impressione e di una ricerca sempre inappagata”. L’artista ha partecipato a numerose mostre collettive e allestito personali in Italia e all’estero. Le sue opere sono pubblicate su diversi volumi d’arte: “Europa In Arte. Catalogo Internazionale d’Arte Contemporanea” (ed. 2001-2005-2006-2007); “Artisti a Nord Est”, ed. Mondadori, 2006; “Arte Triveneta. Dal Barocco alle ultime ricerche del 2000” di Ottorino Stefani; “Catalogo d’Arte Moderna”, Editoriale Giorgio Mondadori, dal n. 36 al n. 44. Nel 2009 le sue opere sono state pubblicate nel volume “Paesaggi. Le stanze della memoria”, a cura di Paolo Levi e Valerio Grimaldi, edito dall’Editoriale...Continua...

CARO nome d'arte di Carlo Roccazzella , fIglio d'arte di papà Liborio Diego , è nato a Piazza Armerina (EN) nel 1950. Dal 1972 vive a Milano dove consegue nel 1975 la laurea in architettura. Ha maturato un curriculum formidabile di mostre, con premi e varie segnalazioni critiche in Italia e all'estero. Tra I vari riconoscimenti, si ricorda quello dell'ottobre 2004 assegnatogli da Vittorio Sgarbi in occasione del concorso "Morbidamente Donna" organizzato dalla casa di moda Elena Mirò. Nel 2011 è stato inserito in una grande mostra al castello sforzesco di Vigevano "Sguardo al novecento italiano" tra cui opere di Guttuso, Cascella, Brindisi, Gonzaga, Nespolo, Rotella, Schifano, Treccani; un grande riconoscimento per CARO che da oltre quarant'anni , vive il fascino magnificato e infinitamente "arcobalenato" del mondo dell'arte. La poetica artistica di CARO è caratterizzata da una rappresentazione gioiosa del cosmo, una sorta di cammino in divenire, che tocca tutti quei valori semantici della vita attraverso una iconografia sempre vibrante, ironica e ampiamente composita. Lo stile pittorico , caratterizzato da un acceso espressionismo caleidoscopico, vive ora in larghe campiture piatte e materiche, ora nella forza delsegno, e ora in piccole emozioni puntiformi di pulsante simultaneità. CARO èe inoltre direttore artistico dellAccademia Italiana del Terzo Millennio a Milano, è curatore d'arte di relazioni cr itiche per artisti e manifestazioni culturali. E' socio ordinario del MUSEO DELLA PERMANENTE di MILANO. Continua...

Nato a Piacenza nel 1941, architetto, si dedica alla pittura dal 1974.Continua...

Dagli Anni '70 in poi ha partecipato a numerosi eventi artistici. In particolare 15 mostre personali e numerose mostre collettive.Continua...

Nasce a Francavilla al Mare chieti il 09 09 1966 Dipinge dall.infanzia passione che si sviluppa sempre piu'quasi a divenire una professione. Dipinge da 30 anni partecipa a numerose collettive.e organizza personali a livello Nazionale. Presente al.Gran Premio.Monreale Prima e seconda Biennale internazionale d'arte di Palermo Espone.alla Sala del Bramante.con Ea Editore, Arte in.Cammino Villa Phamphilis.Roma con la rassegna.d'arte Luci di Natale Presente alla Biennale Internazionale del Mediterraneo.a cura di Paolo.Levi Invitata da Gianni Dunil alla Triennale di arti visive presso l Altare della Patria dal titolo Aetenea 2017 Continua...

Roberto Latini , in arte "SMUG" Si appassiona all'arte e alla pittura da bambino affinando e sviluppando negli anni uno stile decisamente caratteristico. L'artista nasce in Romania il 30 marzo 1990 per poi passare il resto della vita in italia , ha trascorso parte della gioventù studiando e approfondendo l'arte frequentando Istituto D'arte e di disegno professionale girando per italia e appassionandosi dell' arte in tutte le sue forme dalla musica alla pittura alla architettura e amando tutto ciò che e bello e armonico Nonostante la giovane età, SMUG, ha partecipato a svariate manifestazioni e mostre d'arte ( tra le quali una personale nel 2014, Mostri di Carta) Continua...

Cùttica Marco - (Canelli (At), 1972) - Artista italiano. Risiede dal 1972 ad Alba (Cn). Ha iniziato a dipingere da autodidatta nel 1996, esortato dal pittore braidese Franco (Francesco) Gotta, formandosi soprattutto sulle opere di V. Van Gogh, A. Modigliani, M. Sironi, M. Utrillo, M. Schifano, E. Munch, P. Gauguin, Masaccio, P. Gallizio. La scintilla dell’Arte si fomenta in seguito ad un incidente stradale nel quale rimane coinvolto nel 1994, a 22 anni. I patimenti che ne seguirono dilatarono smisuratamente la sua già viva sensibilità. Da subito, il linguaggio appare definito: nella prima fase (1998 – 5 marzo 2002), la sua opera risulta molto energica e turbolenta, le tematiche vengono sviluppate e trattate con un’attenzione particolare alle costruzioni ed alle architetture. La seconda fase (6 marzo 2002 – marzo 2010) è dominata da una maggiore serenità e da una drammaticità latente, fino alla terza fase (aprile 2010 – a tutt’ora), nella quale la forza apocalittica e la violenza cupa delle forme e dei colori sono l’evocazione più pura dell’angoscia ed un grido assordante di dolore. L’utilizzo di forme astratte, già presenti in passato, ora risulta maggiormente necessaria ad esprimere l’indefinibile e la complessità delle emozioni, creando una dimensione sospesa. Hanno scritto di lui Cesare di Giorgio, Piergiorgio Gallizio (alias Giors Melanotte), Vito Cracas, Benedetta Bagni, Giorgio Falossi.Continua...

Laureato al Politecnico di Torino in architettura, dapprima trasferisce i massimi sistemi dell'armonia e concretezza delle forme nella pittura, per iniziare, poi, una ricerca introspettiva attraverso forme che invece emergono dalla psiche. Elabora, quindi, uno stile libero che, agganciato alla teoria di Max Pulver e Max Luscher, diventa un metodo di sublimazione di elementi inconsci, nonché di lettura della propria profondità psichica. "L'interpretazione dello scarabocchio", Bastogi 2007, viene adottato come coadiuvante nella terapia di ex tossici in comunità terapeutiche, e si rivela come valido strumento per favorire la creatività dell'individuo. Ritornato in Puglia, la sua terra d'origine, si è occupato delle problematiche degli immigrati impiegati nell'agricoltura, con mostre che trattavano dell'itinerario dei diritti dei lavoratori, dalle lotte dei braccianti ad oggi, e pubblicando un catalogo "Il sogno dell'albero dei pomodori... e altre faccende del Sud", dedicato al sindacalista pugliese G. Di Vittorio, nell'anniversario della morte.Continua...

Nato a Catania (Italy), città nella quale vive e opera. Dopo il completamento degli studi artistici frequenta la scuola del nudo a Catania e agli inizi degli anni '90 intraprende la sua attività pittorica ; in quegli anni lavora in qualità di collaboratore presso gallerie, associazioni culturali che lo spronano e lo arricchiscono di quella cultura che lo incoraggiano ad intraprendere l'attività artistica ; nello stesso tempo una forte passione per l’arte del ‘500 e del ‘600 lo portano ad indagare la tecnica e lo studio della pittura tramite un’analisi e attenta osservazione delle opere di Caravaggio, Poussin e soprattutto fiamminghi di van Eyck, Brueghel, Bosch ; dopo un periodo di figurativo la sua ricerca si è indirizzata ad analizzare la natura dell’uomo e delle cose sotto un altro aspetto e approdare alla sintesi di una realtà più immediata ove il gesto e il sogno siano i contenuti emozionali a determinare passioni, tensioni e disagi Nelle sue opere cerca di far sentire una vibrazione umana che esalta i sentimenti attraverso la linea, il colore e l’intenzionalità ; fortemente attratto dai rapporti materici che l'occhio riesce a cogliere nelle superfici degli oggetti, lungo i muri della città dove l’opera stessa viene intesa come risultato dell’incontro tra l’uomo e la natura in un alternarsi di empatia fra la forma pura e la sua complessità ; il suo è quello intento di sviluppare un discorso intorno alla strutturalità, e particolarmente alla tecnica. Le opere di Giuseppe De Gregorio e Manlio Bacosi hanno rivoluzionato il suo modo di vedere, di ciò che dice a se stesso e quanto sente.Continua...

Nel 1978 mi avvicino al mondo dell’arte, affascinato dai capolavori dei grandi maestri – Michelangelo, Caravaggio, Giovan Battista Tiepolo ecc. Così cominciai a copiare per quel poco che mi riusciva le figure, i colori, e le pennellate dei grandi maestri del passato, e senza rendermene conto venivo attratto dalle tele e il crescente amore per tutta l’arte, continuando a dipingere per molti anni in ogni momento del giorno. In seguito conobbi il Maestro Gianpistone nel suo studio nel quartiere Testaccio e appresi alcune tecniche ad olio, mi piacevano i suoi colori intensi, insegnandomi l’uso dei colori e delle miscelazioni. E cosi entrando nel mondo dell’arte avevo l’occasione di poter conoscere altri Artisti come, il Maestro Silvio Sparaci, e Demitri Leonzio io lo chiamavo il Materialista per il suo modo di dipingere la natura con la spatola e i pennelli, sono stato presso il suo studio per tre anni. E nel 1989 ho cominciato ad esporre le mie opere. Tecniche e soggetti Olio, acrilico, tempera, acquarello, tecnica mista, costruzioni. Figurativo, immagini sacre, animali, paesaggi, nature morte, estroflessioni.Continua...

nata in Olanda, dopo l'Accademia Belle Arte lavorato in Olanda, Austria e Sudafrica! Dopo mio matrimonio traslocato in Svizzera, dove ho ripreso con dipingere in diversi stile! Seguono tanti esposizioni anche nel estero! da 20 anni membro attiva nella Ass. Pittori Scultori TicinesiContinua...

L'artista Sergio Repossini - nato a Milano il 19/06/1957 - svolge da trent'anni attività professionale sia in ambito artistico, nella realizzazione di opere pittoriche prevalentemente di grandi dimensioni, sia in ambito didattico/scientifico come docente di fisica. Contemporaneamente agli studi scientifici conclusi con laurea in fisica, ha sviluppato la sua passione per l'arte partecipando nel corso della sua attività artistica ad eventi espositivi presso gallerie, fiere d'arte, programmi televisiviContinua...

Nato a Trapani l’1 giugno 1965, giovanissimo inizia la sua esperienza artistica e, come documentato da un articolo del Giornale di Sicilia, partecipa alla sua prima collettiva già nel 1978. Dopo aver conseguito la maturità artistica presso il Liceo della propria città, ha proseguito gli studi artistici presso l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si diploma nel 1987, anno in cui ha tenuto peraltro la sua prima personale. Con l’esperienza milanese lascia la pittura figurativa per sperimentare di tanto in tanto nuovi percorsi espressivi, interpretando con una visione personale le tendenze pittoriche più recenti. Nel 1988 arriva a Messina dove dal ’89 ha insegnato Discipline Pittoriche presso il Liceo artistico della città. I suoi interessi nel campo dell’arte non si limitano alla sola pittura ma si estendono alla fotografia, alla musica, alla poesia (pubblicazione nel 1997 della silloge “Penombra” ed. Il Gabbiano ed è inserito all'interno della raccolta "Poetic@" Carello Editore), alla grafica (illustrazione nel 1998 del libro “Play and learn” di A. Lenzo ed. Pantano ), al web design. Articoli e segnalazioni sulle sue opere sono apparse su: Contemporanea - Ed. Coinè, Artisti siciliani cont. 2004 - Ed. Scirocco&Koral, Giornale di Sicilia, Trapani Sera, Giornale di Trapani, Gazzetta Jonica, La Sicilia, Centonove, Gazzetta del Sud (Noi magazine), La città e nelle TV locali RTC, Tele Scirocco, La 9, Telesud, Onda TV.Continua...

Gianfranco BartolomeoliContinua...

Pittrice e grafico, Rosita Sfischio nasce a Foggia da una famiglia di artisti. Apprende le prime basi artistiche e la passione per il bello dal fervido ambiente familiare in cui si respira aria di arte. L’artista manifesta precocemente le sue innate doti e sin da bambina comincia a percorrere la strada della pittura. Di questo primo periodo rimangono poche ma significative testimonianze. Terminato il Liceo, si trasferisce a Roma dove si diploma presso l’Accademia di Belle Arti e conosce Renato Guttuso ed Ennio Calabria. Alla Scuola Libera del Nudo di Roma si rafforza in lei l’amore per l’armonia delle forme umane. Artista eclettica, sperimenta la sua creatività nel campo del design seguendo corsi di figurista e si dedica a opere di restauro di tele antiche. Pluriaccademico, all’attività di pittrice ha unito quella di Docente di Disegno e Storia dell’Arte a San Severo, città in cui risiede, ed è professore onorario della Scuola di Storia dell’Arte di Fidenza. Il 1974 segna l’inizio della carriera pubblica di Rosita Sfischio, che aderisce a numerosi circoli culturali; i suoi copiosi impegni di lavoro la conducono in giro per il mondo, in viaggi che le danno l’opportunità di confrontarsi con artisti di rilievo e di essere stimata e apprezzata da critici di fama nazionale e internazionale. Predilige il figurativo, interpretando con sensibilità e introspezione il mondo femminile, ma non tralascia i paesaggi, le nature morte ed è autrice d’illustrazioni di diversi testi. La sua attività artistica è attestata da monografie, cataloghi, annuari d’arte, riviste del settore e recensioni su giornali. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private...Continua...

Roberto Fradale nasce a Francavilla di Sicilia nel 1968 fin da piccolo appassionato del disegno,approda nel mondo dell'arte nel 1997 iniziando da autodidatta,in seguito ha frequentato corsi di disegno e ceramica .Ha tenuto mostre personali, ha partecipato a varie rassegne sia in Italia che all'estero (Francia -Grand Prix Int. cote D'Azur) ottenendo premi e riconoscimenti .Biennale internazionale D'Arte curata da Giorgio Grasso (3 classificato categoria astratta) "Versus" Republica di San Marino 2015,"Acqua" Castelmola 2015,Motta Camastra 2015,Biennale dell'astrattismo Art studio 38 Milano 2015,Nativita' Palazzo Cagnone organizzato dalla F.D.A.P.A.,Taormina Palazzo Duchi di Santo Stefano Fondazione Mazzullo 2015,.Sale del Bramante Roma 2016,P.A.N di Napoli 2016,Giarre"Giornate delle amicizie senza frontiere e della fratellanza tra i popoli 2016, Palazzo della Cultura Reggio Calabria 2016,Premio Eureka 2016,Artist of the month Free arts 2015,P.Art portale arte,The Art is life,Artstack,Onda D'Arte magazine,Art-on-Google,.nel 2016 ha fatto parte di un movimento Artistico i "Pentastrattisti".Inserito nei cataloghi di "Picenum" casa d'aste e V Biennale Trofeo d'Arte collezionismo 2014.Le sue opere fanno parte di numerose collezione private in Italia,Australia,Francia ,Svizzera,Canadà,Ohio(U.S.A.) ,New Jersey.........Nel 2010 inizia un nuovo percorso artistico "Informale".....Continua...

Giorgio Carluccio nasce a Tuturano- Brindisi il 20/10/1948. Inizia la sua formazione presso il Liceo Artistico di Lecce negli anni ’64-’68, dove studia il disegno con il maestro prof. Rino Di Coste. Passato in Accademia di Belle Arti di Lecce, segue i corsi di scultura con i maestri Pietro Guida e Salvatore Spedicato e i corsi di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea con lo storico e critico d’arte Pietro Marino. Consegue il diploma nel 1973. Nei primi anni ’70 opera nell’ambito delle Avanguardie, attratto dall’informale e in particolare dall’espressionismo astratto e dai concetti spaziali di Lucio Fontana. Realizza una serie di sculture di medie e grandi dimensioni e, convinto che la massima espressività sia prerogativa dell’uomo, della sua figura nella compiutezza del gesto, propone immagini sculturali con forme a struttura evolutiva che non escludono mai la figura umana o alcune sue parti, ove i valori plastici e concettuali si fondono in un unicum estetico in un’espressione massima della forma. Si concede una pausa negli anni ’80 durante la quale, in qualità di docente si dedica alla sperimentazione delle discipline plastiche nell’ambito della didattica, presso il Liceo Artistico di Porto San Giorgio (AP), l’Istituto Statale d’Arte di Pesaro, l’Istituto Statale d’Arte di Foggia ed il Liceo Artistico di Brindisi fino al 2007. Riprende l’attività di scultore nel ’92, dal ’95 con le opere bifacciali in bronzo e pietra sintetica, concretizza l’idea di un modo nuovo di fare scultura. Con le opere a partire dal 2001 e l’uso di più materiali nella stessa opera, prende corpo l’idea di superamento dell’unitarietà dell’oggetto...Continua...

BIOGRAFIA FRANCO PALAZZO (Crispiano 1938). Da molti anni vive e lavora a Ravenna. Terminati gli studi superiori, frequenta i corsi di Tecniche dell’Incisione presso l’Accademia di Belle Arti.di Ravenna sotto la guida di Matteo Accarrino. E’ del ’73 la prima di numerose mostre di pittura, grafica e scultura in Europa e U.S.A. - tra individuali e collettive - fino ad arrivare al 1998 con la mostra ed installazione: Metafore a Faenza, pubblicata nella collana I Quaderni del Circolo degli Artisti e presentata da Gian Ruggero Manzoni. Determinante la visita ricevuta in quegli anni nello studio di Ravenna dal M° Elio Marchegiani, seguita dai suoi buoni consigli. Nel 1999 espone le sue tele fluorescenti (Ciclo delle Torri-Navi) nella mostra Metafore al Palazzo della Provincia di Ravenna e, nel 2001, al Palazzetto dell’Arte di Foggia. Negli anni '90 viaggia in Francia (ART JONCTION, Nice) e in Spagna (INTERARTE, València e BIAF, Barcelona) , dove entra in contatto col mondo artistico contemporaneo. Data dal 1994 al 2003 la collaborazione con l'artista valenciana Charo Marìn, con esposizioni alla Galerìa ANAGMA di València, all'Ayuntamiento di Nàquera (E) e in altre sedi in Spagna. Nel 1998 è invitato alla rassegna 10 Jahre Kunst aus Ravenna a Salzburg (A) e nel 2000 alla Collégiale Saint-André a Chartres (F). Nel 2001 partecpa, su invito di Martina Corgnati e Julien Blaine, a Progetto Ambiente, mostra di gruppo alla Galleria del Credeito Valtellinese, Sondrio. Nel 2003 è invitato alla VI Biennale Internazionale di Sharjah (U.A.E.). Nel 2006 espone alla niArt Gallery di Ravenna con l'edizione del volume monografico bilingue Le Dimore del Mito, con...Continua...

Sono nato il 19 maggio 1986 a Fermo. Fin da bambino ho sempre amato disegnare e colorare, copiando opere d´arte già esistenti prima, e creando opere d´arte originali poi; attualmente realizzo illustrazioni a penna e/o pastelli.Il tema centrale della mia arte è lo sviluppo interiore in ogni sua fase: -emotiva-mentale-spirituale. Il pastello e la penna conferiscono ai miei quadri un tocco fanciullesco, giovane e fresco,riportando in superficie la giocosità e la spontaneità del bambino. Da sempre "canalizzo" la volontà della mia guida interiore poiché, quando mi appresto ad iniziare un opera, non ho idea di ciò che ne uscirà. A volte trasferisco in musica alcuni dei miei quadri, unendo il disegno alla composizione musicale(altro mio progetto conosciuto come HLFMN).Continua...

PREMIOS RECIBIDOS EN ITALIA: Attestato di Merito-Evento Letterario-con l/opera Cropalati, Citta di Alatri-Assessorato alla Cultura. (Biagio Cacciola, Daniela Straccamore) -Su obra Cropalati, mi pais mi nostalgia , fue seleccionada para representar el Escudo Civico de "Terra Mia" Con la resolucion n.12 del 26-07-2013, El consejo Municipal, consejo comunal de Cropalati, nombra a la Artista Visual, Ida De Vincenzo,Italo-Argentina,Ciudadana Ilustre de Cropalati, Embajadora de Cropalati y de la cultura calabresa en el mundo, recibido en Abril 2014 en Bs.As. PLAQUETA - COSENZA, como “reconocimiento por representar en el mundo las raíces de nuestra tierra con gran valor artístico”. Presidente de Cosenza ON. Gerardo Mario Oliverio. Setiembre 2011 PLAQUETA DE CERAMICA - CROPALATI, por “el amor hacia Cropalati, y por inmortalizarlo a través de sus cuadros, haciéndolo famoso en el mundo”. COMUNA DE COSENZA. Septiembre 2011 PLAQUETA – ROSARNO. “En recuerdo de su muestra en la Ciudad” -LOS ROSANERSE EN EL MUNDO. Octubre 2011 PREMIOS RECIBIDOS EN ARGENTINA Premio Cuna de la Bandera 2016-Artista Destacada Premio Estampas de Buenos Aires 2016-distinguida con Dos Primeros Premios , además un Reconocimiento a la Excelencia y la Nominación al Premio Estampas de Bs.As. 2016 de Oro. Mencion de Jurado, 4°Salon Primavera-FotoRevista 2016 Primer Premio Pintura Figurativa- Artistas por la Paz 2016 otorgado en la Asociacion de Magistrados. Premio Destacado- Reina del Plata 2016 Primer Premio-Premios Rios de los Pajaros- (Concordia) Voto de la Gente-2016 Primer Premio-Premios Rios de los Pajaros-WEB- Historia de Vida -auspician Ministerio de Cultura - Concordia....Continua...

Luca Rinaldi nasce a Roma il 13/12/1987. Diplomatosi nel 2005 al Liceo Artistico Statale “Giorgio de Chirico” – corso tradizionale 2° Sezione Architettura - di via Contardo Ferrini a Roma. Nel 2006 frequenta il corso integrativo presso il Liceo Artistico Statale “Giorgio de Chirico” di Roma. Laureatosi nell’anno 2010 nel corso di “Pittura” (Vecchio Ordinamento) presso l’Accademia di Belle Arti di Roma di Via di Ripetta, settore AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica) con la votazione di 110/110, discutendo la tesi sul “Realismo Americano del Novecento” con cui analizza la tematica della scena urbana delle prime grandi città degli Stati Uniti e la tecnica pittorica impiegata dai Realisti Americani per ritrarla. Durante gli anni del Liceo e dell’Università approfondisce lo studio della Storia dell’Arte, delle tecniche della pittura antica, moderna e contemporanea applicate particolarmente al paesaggio e alla figura umana. Studia Anatomia Artistica e le tecniche di Scultura e di Fonderia. Sperimenta forme nel campo dell’incisione. Dal 2011 fa parte del personale docente della Scuola Secondaria di I e II grado del MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca). - Iscritto all’Albo Italiano Pittori Scultori e Grafici “APIA” . Continua...

Fausto Troncii-Pittore paesaggista- nasce a Cremona da genitori sardi. Diploma magistrale, laurea in lettere a Parma, biennio di perfezionamento in filosofia. Unitamente agli studi universitari e poi al lavoro di docente, coltiva una forte inclinazione per le arti visive.Si iscrive alla Accademia Brera, frequentando per un certo periodo il corso di nudo. Ben presto si rende conto che la sua naturale predisposizione non è tanto nella rappresentazione della figura umana, quanto del paesaggio. Nel 1972 ha il battesimo dell'arte con personali prima a Soresina, poi a Cremona con una rassegna di paesaggi sul Po. Nel 1979 lascia la pianura lombarda e si trasferisce nella terra degli avi, la Sardegna. Dopo un lungo periodo di studio e di preparazione, il debutto sardo avviene solo nel 1992 con una personale alla galleria il “Colore” a Cagliari. Dalla rassegna, emerge chiaramente il metro espressivo dell'artista ispirato all'assoluto naturale e ambientale dell'Isola nuragica. (D. Conenna) Nella variegata soggettistica del pittore, si alternano gli ampi spazi dei campi di grano assolati, con paesaggi aspri e montuosi, zone alberate, olivi secolari, con i fiori di cardo suo tema privilegiato. Dal 1992 inizia ad operare con esposizioni personali a Cagliari e provincia, presenze con premi e conferimenti significativi in concorsi nazionali e internazionali; partecipazione a collettive nei maggiori centri italiani da nord a sud (da Milano a Palermo) e nelle fiere ( Arte Padova, Ferrara). Nel corso di una mostra antologica a Stresa gli è stato conferito il Premio ambiente per l'arte. Notizie critico-biografiche e riproduzioni di sue opere pittoriche sono presenti nei principali...Continua...

Irene Durbano è nata a Savigliano nel 1982 e risiede a Cuneo. Ha frequentato l'istituto d'arte Bertoni di Saluzzo dove sviluppa le sue doti artistiche, mentre negli anni successivi si è avvicinata anche al restauro ligneo , statuario e dorature lavorando presso la Bottega Audisio a Cuneo; sempre alla ricerca della sua formazione artistica ha lavorato nel laboratorio “Le meduse” a Saluzzo, dove si creano sculture luminose in vetro riciclato. Nel 2013 le sue opere sono state richieste dalla PUBLISPEI S.r.l. di Roma, per abbellire le scene della serie televisiva “UN MEDICO IN FAMIGLIA 8”trasmessa in prima serata su RAI 1. I suoi quadri astratti e moderni, particolarmente indicati per un arredamento dinamico e innovativo, lasciano trasparire la sua sensibilità ed energia positiva . La gestualità delle sue pennellate è sicura e al tempo stesso elegante. Adotta tecniche differenti per la realizzazione delle sue opere utilizzando colori acrilici e resine, sperimentando continuamente nuovi materiali. Particolarmente suggestive sono le sue opere a rilievo in cui l’arte della pittura si trasforma in scultura dando vita a nuove forme e emozioni. Specializzata nello studio di ambientazioni, abbinamenti e colori , ha la capacità di realizzare quadri personalizzati che oltre ad essere pezzi unici acquisiscono un particolare valore emotivo. Studio/esposizione permanente a Cuneo in Via Carlo Boggio 35b SITO: www.irenedurbano.it Continua...

NUCCIO LEONI Vive ed opera a Luras (Sassari) in Sardegna-Italia. Diplomato presso l’Istituto statale d’Arte di Acqui Terme (Alessandria), dove ha conseguito il diploma di Maestro d’Arte (sezione pittura). Si è poi laureato presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze sezione pittura allievo dei prof. Capochini e Farulli. Ancora studente ha vinto il 1° premio dei corsi di pittura, italiano e straniero, bandito dall’”Accademia Nazionale di Belle Arti San Luca” di Roma. Nell’anno 1986 la giuria composta dagli insigni professori Carlo Castellaneta, Raffaele Crovi, Raffaele de Grada, Mario de Micheli, Bruno Munari e Aligi Sassu, lo segnala fra i migliori finalisti al PREMIO ARTE di Milano indetto dalla Mondadori. Ha partecipato alla ” VETRINA DEGLI ARTISTI CONTEMPORANEI 1998” città di FIRENZE, dove gli è stato conferito IL PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA "PREMIO ITALIA PER L’ARTE" . La giuria internazionale era costituita dagli illustri Professori John Spike, Direttore della Biennale di Firenze. Storico d’Arte e Critico, Firenze e New YorK. Prof.Dott. Veronica Birke, Vice Direttrice del Graphische Sammlung Albertina di Vienna . Prof.Dott. Guy Cogeval, Direttore del Musèe National des Monuments Francais de Paris e del Musèe des beaux-arts, Montreal Canada. Prof.Paolo Levi, Critico d’Arte- Torino. Prof.Stefano Francolini, Direttore del Museo Davanzati – Firenze. Prof. Francis Naumann, Storico d’Arte e Critico – New York . Prof. Ortega Coca Teresa, Titolare della Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea- Università di Valladolid-(Spagna), Membro dell’Associazione Internazionale Critici d’Arte. ...Continua...

Nato a Giulianova (TE) nel 1965 ha frequentato il Liceo Artistico di Teramo e si è diplomato in Scultura presso l'Accademia delle belle Arti di L' Aquila. Vive e lavora a Roio Piano ( AQ)Continua...

Rodolfo Fincato nasce ad Abano Terme nel 1947. Frequenta il liceo artistico e l’Accademia delle Belle Arti a Venezia. Nel 1973 si trasferisce a Roma ove si dedica all’insegnamento dell’educazione artistica nella scuola media. Per i suoi studenti, oltre i programmi ministeriali, organizza e gestisce numerosi laboratori di pittura, serigrafia, ceramica e vetro. Lascia la scuola e l’insegnamento nel 2007 per dedicarsi esclusivamente all’attività artistica. Da allora viene invitato ad esporre le sue creazioni in varie località italiane. Nelle sue opere utilizza più materiali, riuscendo ad interpretare con sensibilità il dinamismo e la potenza vitale in essi racchiusi.Continua...

Eugenio Alazio è nato a Napoli il 26.04.1964. Nel 1983 consegue il diploma di maturità scientifica. MANIFESTAZIONI Moncioni Giugno 2001, 4^ concorso di pittura "Remo Gardeschi"; Sanremo Settembre 2002, 3^ concorso di pittura "Filippo Salesi"; Padova Novembre 2002, 13^ Mostra Mercato d'arte Contemporanea; Sanremo Dicembre 2002, 10^ Festival Internazionale della pittura Centro d'arte e cultura "La Tavolozza"; Piacenza marzo 2005, concorso " Ascoltando l'Anima"; Concorso "Web Color" 2005; Concorso "Arte" Milano 2006; Concorso "Celeste" Siena 2006; Classificato al secondo posto per il concorso di arte fotografica nel comune di Corciano (PG) 2006; Concorso fotografico "Città di Cusano Milanino", 2007; Concorso "Agazzi", segnalazione sezione Pittura, 2007; Mostra fotografica "Poesia di Corciano. Le fotografie di Eugenio Alazio, i versi di M. Sticco", tenutasi nella sala Consiliare del comune di Corciano, durante il "Corciano Festival 2008": le fotografie sono esposte presso la biblioteca "G. Rodari" del comune diCorciano (PG); Quinto concorso G.B.Moroni 2008: medaglia di selezione; Mostra fotografica "Le Auto-Identità" presso Artfarmgaia di Papiano (PG), agosto 2009; Mostra collettiva fotografica di autoritratti fotografici dal 12.06.2010 al 05.09.2010, presso il "Centro Italiano della fotografia d'Autore", Bibbiena (Arezzo); Mostra collettiva fotografica dal tema "L'Infanzia: volti, sorrisi, sguardi..." dal 12.06.2010 al 20.06.2010, presso la fondazione Don Carlo Gnocchi, Inverigo (Como); Mostra dei 100 finalisti del "Premio Arte X 2010" dal 11.12.2010 al 02.01.2011 presso l'hotel Vedute-Green Resort di Fucecchio (Firenze); Mostra collettiva "Premio...Continua...

Alessio Serpetti (Roma, 1975) frequenta sin da giovanissimo i Corsi di Arti Figurative diretti da Carlo Marcantonio dapprima presso l’Accademia Prenestina del Cimento, poi alla Scuola d’Arte “Casa Romana”. Dopo la Maturità artistica consegue il Diploma Accademico di Scenografia presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma e, successivamente, l’abilitazione per l’insegnamento di Educazione Artistica e Disegno e Storia dell’Arte. Alla fine degli Anni Novanta inaugura il suggestivo ciclo delle “Vedute di scena”, capricci scenografici in bianco e nero realizzati con la tecnica tradizionale del carboncino; mentre dal 2009 orienta la sua ricerca verso un simbolismo surreale ricco di elementi onirici e teatrali, avviando la raffinata collezione “L’Arte del Sogno”. Da alcuni anni si dedica con passione all’attività incisoria (prevalentemente acquaforte) per delineare poetiche visioni tra classico ed allegorico, che include nella raccolta dei “Notturni arcani”. Presente alle Biennali di Chianciano (2011), Roma (2012), Palermo (2013), Londra (2013), Barcellona (2015), alla Triennale di Roma (2011 e 2017), al Premio Sulmona (2015 e 2017) e ad altri importanti eventi internazionali (curati, tra gli altri, da Paolo Levi, Vittorio Sgarbi, Giorgio Di Genova, Daniele Radini Tedeschi, Elena Gollini), nel 2017 vince il Premio della 5°a Biennale dell’Incisione Contemporanea “Città di Bassano del Grappa”. Da diversi anni espone presso prestigiose sedi museali ed istituzionali, Ville, Castelli, Palazzi storici e gallerie in Italia e all’estero, quali la Gipsoteca Canoviana di Possagno; il Museo Civico di Bassano del Grappa; Palazzo Valmarana Braga...Continua...

Laura Benedetti è nata a Brescia nel 1960. Dopo il diploma e corsi a Milano di grafica pubblicitaria e marketing, si è laureata in Architettura al Politecnico di Milano e ha lavorato per anni nel settore della progettazione d’arredo d’interni. Attualmente è titolare di un’agenzia di grafica pubblicitaria. Ha frequentato dal 2004 i corsi di pittura della AAB di Brescia sotto la guida del maestro Enrico Schinetti. Principalmente portata per il ritratto, sia a pastello che ad olio, predilige comunque la rappresentazione di soggetti umani. Scrive di lei Montalto: “Lo studio di Laura Benedetti è il set – privatissimo e operoso – di una recita dell’intimità, di una messa in posa e a nudo, attraverso lo specchio veritiero della pittura, dei sentimenti e dei fantasmi interiori. L’artista bresciana fa rivivere in quadri figurativi dall’esecuzione forbita, preziosa, mirabile, per certi versi inattuale, lo statuto della pittura quale «seconda realtà», quale parafrasi poetante della vita, capace di andare «oltre» le apparenze per attingere alla profondità dell’io. Il nitore intellettuale e compositivo, l’atmosfera di perfezione esecutiva che pervadono i dipinti che con lentezza escono dal suo studio, ben poco hanno a che fare con una certa perdurante ma ormai stantia vulgata «iperrealista», dove il colore e il calore del vissuto vengono raffreddati e congelati, anzi ibernati, nell’artificio della clonazione fotografica, della mera replica da ricalco… Insomma è tutta una sapienza visiva e concettuale quella attraverso la quale Laura è in grado di offrirci una «nuova» realtà dell’ordinario, rivisitando l’eredità del passato e la tradizione...Continua...

sono nato a Milano 49 anni fa.dipingo da 25 anni ho istallato a 21 anni la prima esposizione"Torture Medioevali"alla Pusterla di S.Ambrogio a Milano.Ho esposto in vari locali di Pavia, tipo lo" Stadio Fortunati, il turista,agip caffe,orti borromaici,collettiva Montesegale Pv,La Spadarina Pc, collettiava C.so Lodi Mi,scelto accademia Telemarket con 10 opere.Continua...

Basilio Dipani 1958 - email: dipaniarte@msn.com Pittore, grafico. La passione per la pittura si manifesta in lui fin da giovanissimo; dopo il diploma all'Accademia di Belle Arti di Capo D'Orlando (Me), si specializza in tecniche di incisione. Nell'ultimo periodo si e impegnato nella ricerca e nella sperimentazione ideando tecniche espressive del tutto nuove ed insolite. La pittura di Dipani è in continuo movimento, e alla ricerca insistente di luoghi e paesaggi in cui trasmettere emozioni e stati d'animo attraverso colore e "materia". I suoi soggetti più amati sono le marine, le campagne solitarie, le pianure sterminate. Esso dispone di una tecnica pittorica che sfrutta con padronanza e disinvoltura. La pittura di Dipani, si manifesta dunque elaborata e conseguenza di una lunga ed incessante sperimentazione stilistica. Elementi, questi, che sottolineano la qualità interpretativa del nostro artista e il quale riesce a distinguersi in un contesto pittorico spesso ripetitivo e privo di stimoli propositivi. IL riappropriarsi, quindi, di basiliari concetti narrativi figura essere l'elemento di slancio dello stile del Dipani. Stile eccellente impreziosito da un innato talento narrativo. Ha partecipato a rassegne nazionali e internazionali, Biennali, fiere, collettive, personali e diversi concorsi, ottenendo premi e riconoscimenti. Anno scritto di lui i seguenti critici d'arte-giornalisti; I professori: Gianluigi Guarneri, Tiziana Cordani, Ezio Maglia, Marcello Tosi, Franco Buongiorno, Mariangela Parrino, M. Mali', Carlo Tober, Patrizia Crimi, Chiara Pittavino, Sandro Serradifalco, Manuela Vento, Chiara Manganelli. Mostre di Pittura Nel 1980 a Frazzano', in...Continua...

BORRELLO GIUSEPPE BIOGRAFIA Figlio d’arte, nasce nel 1950 a Sant’Agata di Esaro, un paesino della Calabria in provincia di Cosenza. Diede sfoggio delle sue qualità innate già in tenera età come ritrattista e realizzando a soli 14 anni due dipinti ad olio di soggetto religioso attualmente siti in due chiese calabresi. Diplomato all’ Istituto d’Arte, deve però gran parte della sua formazione artistica da autodidatta allo studio e alla rivisitazione dei Grandi Maestri del Rinascimento. E’ dallo sguardo ai modelli classici e attraverso il loro studio ed il loro esempio che giungerà gradatamente ad una sublime perfezione disegnativa. Il tratto distintivo che caratterizza le sue opere infatti consiste proprio nella resa iperrealistica, non senza una componente emozionale ed emotiva, dei suoi soggetti che spaziano dai temi religiosi carichi di patos e moralità ad argomenti profani quali nature morte, scorci paesaggistici del suo paese natio, opere dal contenuto mitologico e ritratti di uomini. E’ il segno che dal disegno iniziale, tratto dopo tratto diventa una vera e propria pittura superando i confini del reale. Le opere che Borrello realizza prendono forma sia attraverso mezzi semplici quali la penna biro, la matita, l’ olio, il gessetto, il pastello, l’ acquerello e altresì attraverso mezzi più sofisticati presi in prestito dal passato quali le punte metalliche (argento, oro, palladio, platino, titanio). Usa inoltre la litografia e l’ acquaforte. Dal 1977 si fa conoscere al pubblico partecipando a mostre collettive in Italia e all’estero e dal 1991 realizza mostre personali in numerose città d’arte italiane, viene insignito di numerosi...Continua...

in arte Pietra artista Internazionale, nasce nel 1963 a Venticano (Avellino). Si specializza in Grafica Pubblicitaria e Fotografia, frequenta l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, sezione Pittura. Inizia la sua attività giovanissima riscuotendo da subito successo di critica, pubblico e consensi da parte di importanti personalità. Allieva del Maestro Antonio Corpora, conosce e frequenta Aligi Sassu, Ernesto Treccani, Orfeo Tamburi, Robert Carroll, Papa Giovanni Paolo II, Mario Verdone, Willy Pasini. Collabora con la Tipografia Colombo della Camera dei Deputati con progetti grafici dal “Velario di Montecitorio” al “ Codice Braille”. Realizza con la Leep Records la copertina del Cd “Pronto Mosca – Pronto Washington”. Collabora con la Gangemi Editore per la realizzazione della Collana “Colore e Pietra”. Con la Rivista “Idea” cura la grafica e l’impaginazione. Lavora presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, oggi Macro, al Museo della Galleria Borghese, al Museo Braschi e al Museo di Roma in Trastevere. Collabora con AMRF Italia ONLUS – Casa d’Aste Babuino di Roma. Artista poliedrica. Denominata “Maestro della Luce” è una firma di successo nel panorama artistico contemporaneo. Partecipa alla 54 esima Biennale Internazionale di Venezia con Vittorio Sgarbi. Selezionata dalla Prof. Giulia SILLATO entra nel Metaformismo partecipando alle esposizioni collettive itineranti “L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore”. Partecipa ai progetti “Rotta Nord Est” ed “Imagine 2014” ideati dal Prof. Giammarco Puntelli con i maestri storicizzati quali Andy Warhol, Scatizzi, Sassu, Schifano e contemporanei quali...Continua...

BREVI NOTE BIOGRAFICHE E PROFILO ARTISTICO Luigi Fiorin, nato a Roma, nel ’35, dopo il diploma, s’iscrive all’università e, contemporaneamente, affronta il suo inserimento nella società. E’, via via, impiegato, commerciante, albergatore, pittore, disegnatore delle Edizioni del Cavalluccio, Ippocampo, dirigente d’azienda. Frequenta un corso serale d’arte figurativa a Brera, Milano, e alla sua prima collettiva, guadagna un’insperata medaglia d’argento con il S. Ambrogio. Partecipa a molte altre collettive, tra le quali, a Roma, via Margutta, Via Giulia, Piazza in Lucina all’”Etoile”, alla Galleria “Il Bracolo”, alla Chiesa degli Artisti di Via del Babuino, a Buenos Aires, “Salon De Arte Nacional e Internacional”, a Bologna, presso “Arte Bo Association”, a Sanremo “Artisti con il cuore”, 2010, all’Expo Punta Arte International di Punta del Este, alla New Artemisia Gallery, Bergamo, collettiva “Arte Sacra”, a Roma, “Domus Talenti, Art Prize, 2011”, SpaziOfficina-Roma, mostra collettiva “ARTEUOMO”, 2012, collettive “I Ediz. Yacht Med. Art Fest.Gaeta”, “Danza con l’Arte” alla Domus II, 2013, Roma, 2015, Art Gallery La Vaccarella, 2016, Il Melograno Art Gallery, Livorno. Secondo la Critica,“Nelle sue opere, l’aderenza al soggetto non è mai passiva, ma potentemente ricaricata dalla sua personalissima visione, in cui il colore gioca una parte preponderante. Il tratto, a volte rotondo e aperto, a volte duro e secco, dimostra la sua posizione critica, costruttivamente critica, verso la realtà”. “Ha saputo dare, inoltre, un’impronta di originale fantasia, pur nel segno di una grafica rigorosa,...Continua...

Stefano Fanara nasce a Favara in provincia di Agrigento l’11 Febbraio del 1963. Si accosta sin da piccolo all’arte, inizia con la pittura, prima a tempera, poi con gli acrilici, china, olio, acquerello, fino alle sperimentazioni in età adulta di materiali industriali e naturali come il catrame,le resine, le sabbie e le terre. Le tecniche seguite dall’artista sono diverse, così come le numerose guide di maestri delle più svariate esperienze artistiche e culturali. In Sicilia Fanara frequenta personalità che operano nel campo dell’arte della regione ed entra in stretta amicizia con alcuni di loro. Nel 1989 si trasferisce a Modena dove inizia la carriera d’insegnante elementare. Portato a sperimentare e ad apprendere tecniche nuove nel campo della pittura e della fotografia, inizia ad interessarsi di danza, meditazione zen, teatro e cinema. Questa ricerca lo conduce a lavorare e a frequentare stage intensivi con note personalità in campo teatrale, pittorico e cinematografico tra cui si ricordano quelli con Cecar Brie, Alfonso Sant’Antagata, Francis Pardeilhan, Prashant, Enririque Vargas, Jane Champion, Fusako Yusaki, Alan Parker, Giuseppe Tornatore, Dario Fo. Tra il 1997 e il 1999 realizza le produzioni pittoriche “ Meditation and Art” e “La Creazione del Segno”a cui si interessano la stampa nazionale e internazionale. Nel 2003 produce la serie pittorica ad olio su tele di lino in grandi formati “ La Presenza della Ragione” che dopo l’inaugurazione a Bologna approda in Germania, Belgio e Olanda. Nel 2006 realizza oltre sessanta dipinti ad olio su tele di lino per la serie “Caos” che lo vede protagonista con esposizioni a Bologna,...Continua...

Salve a tutti mi chiamo Tobia Polese di orgine campana che vive e lavora in Lombardia da ormai ben 10 anni. Sono un graphic designer laureato in comunicazione visiva C/o lstituto Europero di Design di Napoli nel 2003. Ultima esposizione CibarsiCreativaMente | Via Garigliano, 5 - Milano Galleria Studio Ambre Italia 27 novembre 2014 La Galleria Studio Ambre Italia presenta CibarsiCreativaMente | Vernissage 27.11.2014 Tra opere d'arte, artisti e cibo...si leggono e attraversano passi poetici. Progetto a cura di Daniela Dente. http://www.studioambreitalia.eu/ Dal 2007 lavoro ad un progetto artistico d'avanguardia sperimentale Living Art : materiale organico su tela. Atti primordiali dell'artista danno vita ad opere d'arte che si evolvono in un tempo indefinito, determinato dalla materia organica di cui sono composte. La "LA" è un manifesto anticonformistico che critica il mercato dell'arte, mettendo in relazione la domanda e l'offerta; rompendo così gli schemi di un sistema in crisi. La "bellezza" delle opere d'arte superano il concetto estetico fine a sè stesso, assumendo un fascino "decadente" con lo scorrere del tempo, che scandisce il ciclo vitale delle opere. Dalla "LA" è nato "Sapori d'Italia"... Attualmente sono concentrato su due progetti "Material Shapes" ispirato alle forme geometriche dell'informale materico e "Woman's body Renaissance" un progetto sul corpo femminile entrambi su grande formato.Continua...

Angelo Atzori alias (faida) è Nato nel 1984 a Muravera provincia di Cagliari. Sin da bambino a scoperto di avere la dote dell arte e della creatività. All'età di 12 anni iniziò a frequentare lo stile hip-hop. un mondo fatto di arte. La musica cantata dai (rapper) che raccontava la vita di strada e la strada che vestiva i disegni e le opere d'arte degli artisti(writer). In questo momento Faida ha iniziato a fare i primi scarabocchi e prove su carta,che segnarono la sua vita.Nei prossimi 20 anni sperimentò tanti stili...dal disegno,passando poi per l acquarello,la pittura a olio,ad acrilico,l'aerografia,lo spray,la scultura,il riciclo,il restyling per poi studiare tatuaggio e iniziare a lavorare come tatuatore e disegnatore tra berlino,milano,e cagliariContinua...